Stavo male quando vedevo un animale in difficoltà

Shaygam Newman è un ragazzo di 23 anni che ha scoperto la sua vocazione: passare la vita ad aiutare gli animali.

La famiglia, probabilmente priva di amore per il figlio, non ha condiviso questa sua passione e l’ha cacciato di casa, l’ha abbandonato al suo destino.

“Stavo male quando vedevo un animale in difficoltà, non riuscivo a non intervenire o non aiutarli. I miei genitori non hanno mai capito, mi accusavano di fare di più per gli animali che per la famiglia e alla fine mi hanno cacciato di casa…”

Per difendere la sua decisione Shaygam ha dovuto lottare molto, ma in compenso ha ricevuto tantissimo affetto e amore dagli animali che lui aiuta con tutte le sue forze.

Per il ragazzo, gli animali sono la sua famiglia, quella che lo accetta per com’è fatto, con i suoi pensieri e il suo affetto. Quando trova un animale giovane che è stato abbandonato, ci rivede la sua storia: cacciato dalla famiglia, senza nulla.

La storia di Shaygam inizia all’età di 10 anni, salvando il primo cane e ora vive con 21 animali salvati dall’abbandono. Anche se non ha molte risorse, mantiene i suoi animali in buona salute e li nutre tutti i giorni.

La storia di questo ragazzo si è diffusa nella comunità dove vive adesso con i suoi animali, e tante persone gli fanno donazioni in cibo e denaro perché, per chi capisce l’importanza degli animali, questo ragazzo è un esempio per le nuove generazioni.

Se la famiglia si rendesse conto di quanto bene sta facendo il loro figlio forse capirebbero quanto sono stati egoisti e cattivi.

Shaygam è felice della sua scelta, tanto che è diventato anche volontario di Darg, un’organizzazione che salva e si prende cura di animali abbandonati, trascurati o torturati.

Adesso, il desiderio del ragazzo è quello di fare sempre passi avanti e di arrivare, un giorno, ad avere un luogo migliore per ospitare i suoi amici a quattro zampe. Anche lui vive in una situazione molto precaria: una baracca molto instabile nel terreno dove vivono anche i suoi animali perché gli vuole stare sempre vicino. Speriamo tutti che il desiderio di questo eroico ragazzo si avveri e che tanti giovani calchino i suoi passi.