Adolescente ubriaco brucia vivo un povero gattino!

Ci sarà mai una fine definitiva alla cattiveria umana? E cosa spinge delle menti malate a compiere degli atti così brutali da sembrare una sceneggiatura da film horror? Purtroppo non abbiamo una risposta certa a queste domande, l’unica cosa che possiamo fare è raccontare e denunciare. Ebbene sì perchè l’indifferenza è ciò che più aiuta questi individui nel loro oscuro intento.

Questo che vedete nella foto è Elgar, un ragazzo di 19 anni che ha letteralmente perso il lume della ragione. Questo criminale, dopo aver discusso con sua madre, si è ubriacato e ha deciso di sfogare la sua rabbia su un povero essere vivente indifeso, che non gli aveva fatto nulla di male, se non incontrarsi con il suo destino.

Il povero micio è stato preso a calci con delle scarpe dalla punta di ferro. La violenza è stata tale da procurargli rotture in tutto il corpo e persino alla spina dorsale. Ma non contento il ragazzo ha continuato ad infierire su di lui.

Lo ha preso e lo ha messo in un bidone della spazzatura, al quale ha poi dato fuoco. Non c’è stato scampo per il pelosetto che non riusciva neanche a muoversi a causa delle fratture multiple. Quando è stato trovato era praticamente mezzo morto.

Attualmente un’intera equipe si sta occupando di lui, ma le speranze che ce la faccia sono quasi pari a zero. Noi comunque non smettiamo di crederci e vogliamo fargli sentire la nostra vicinanza in ogni modo possibile. Elgar per il suo gesto atroce ha ricevuto semplicemente una pena detentiva di 12 settimane e una multa del valore di 2.380 euro. Questo è stato il peso della bilancia per una vita. Noi siamo a dir poco indignati e vogliamo che il nostro grido di giustizia arrivi fino alle orecchie delle autorità competenti!

Aiutateci a diffondere questa richiesta di giustizia per il povero gattino!