Adotta i cani anziani che nessuno vuole: la storia di Steve Greig

Dopo la morte di un animale domestico a cui si è voluto tanto bene, è normale sentirsi col cuore a pezzi. Questo è precisamente il motivo per cui un uomo di nome Steve Greig ha preso una bellissima decisione dopo la morte del suo adorato cane.

Steve così si recò al rifugio per cani di Denver, nel Colorado, per adottare non uno… ma la bellezza di ben dieci cani ritenuti meno adottabili dallo staff del rifugio: cani anziani, malaticci, non di razza, che quotidianamente venivano scartati dalle persone che non riuscivano ad andare oltre le apparenze.

Ora Greig è il papà umano di una scatenata decina di cani anzianotti ed estremamente affettuosi e il suo account Instagram è diventato popolarissimo: si parla di oltre 400.000 seguaci grazie al suo bellissimo gesto! In un’intervista rilasciata, Greg ha dichiarato quanto segue:

“Uno, due mesi dopo la perdita mi sentivo ancora malissimo…è stato a quel punto che ho capito che dovevo scrollarmi di dosso la tristezza e fare qualcosa che non avrei fatto se il mio amico a quattro zampe non fosse morto.”

“Cominciai adottando un chihuahua di 12 anni, con soffio al cuore e zampe deformi… ed era solo l’inizio!”

“La mia giornata ideale prevede una sveglia alle 5 del mattino per preparare la colazione a tutti loro – e ovviamente anche la mia”, continua l’uomo, “considerando anche il fatto che si tratta di 10 cani diversi che hanno quindi diete ed esigenze alimentari differenti.”

“Durante la giornata mi occupo anche del loro aspetto esteriore: oltre al veterinario, di fondamentale importanza per i cani meno in salute, prenoto loro gli appuntamenti dal toelettatore.”

“A volte, quando qualcuno sta poco bene, torno addirittura a casa in pausa pranzo per preparare loro qualche manicaretto!”

“Sono sempre cresciuto con gli animali e tutti questi cani mi fanno sentire davvero vivo… I miei genitori e soprattutto il cane che ho perso di recente sarebbero orgogliosi di me!”.   

di Redazione 1