“Aiuto, c’è uno strano animale che si aggira intorno alle nostre case”

Non molto tempo fa, gli abitanti della contea di Butte, in California, si sono ritrovati davanti ad un’enorme sorpresa. E’ accaduto poco prima di Natale, in una giornata tranquilla, in cui erano usciti per gettare l’immondizia. Hanno avvistato, in lontananza, qualcosa muoversi intorno alla spazzatura, così si sono avvicinati per vedere meglio di cosa si trattasse.

Era un animale, mai visto prima nella zona, dall’aspetto strano e sconosciuto, camminava intorno alla spazzatura e come vedeva qualcuno, si nascondeva. Gli abitanti del quartiere hanno iniziato ad avere paura e hanno deciso di avvertire le autorità locali che si occupano del benessere degli animali, per chiedere loro di risolvere la questione. Ma dopo il sopralluogo dei volontari, si sono ritrovati ad ascoltare parole sconvolgenti! Non era ne un cane malato, ne un cinghiale, ne tanto meno un animale sconosciuto, era un povero orso! Un orso che soffriva di una brutta malattia della pelle, a causa dell condizioni in cui si era ritrovato costretto a vivere. “Ci hanno chiamato farneticando su questo strano animale ‘nudo'”, ha raccontato Christine Barton, presidente del rifugio per animali. Miracolosamente, l’orso, oltre ad aver perso la sua pelliccia e ad avere ferite aperte ed infette sul corpo, non aveva riportato altri problemi di salute. Oggi si trova all’interno del rifugio, dove ha a disposizione un grande spazio in cui può correre e giocare libero. I volontari ancora non sanno con precisione per quanto tempo resterà nella struttura, sicuramente finché il suo pelo non sarà ricresciuto completamente. L’importante è che adesso non rischi più la vita e non senta più dolore a causa della pelle che tira, dopo ogni minimo movimento.

Ogni giorno, questo cucciolo adorabile, fa diversi bagni medicali, per idratare la pelle. Ama mangiare l’uva e correre libero.

Probabilmente si è perso e non ha più trovato la sua mamma.

E’ troppo piccolo per vivere all’aperto, da solo e soprattutto, adesso in queste condizioni.

Non appena starà meglio e sarà considerato in grado di badare a se stesso, sarà reinserito nel suo ambiente naturale. Nel frattempo, i volontari stanno cercando di capire come possa aver raggiunto la zona abitata.

Forza piccolo, sei circondato da persone meravigliose che ti aiuteranno a ritrovare la tua mamma!

di Lisa