Aragon e i suoi gattini

“Volevo far provare alla mia gatta le gioie della maternità”, “il veterinario mi ha consigliato di farle fare almeno una cucciolata” “sterilizzare è contro natura”, “la sterilizzazione farà ingrassare la mia gatta”, “volevo far vedere ai bambini il miracolo della vita che si rinnova”, “non posso permettermi di sterilizzare la mia gattina”… “Ooops, non sapevo cosa farmene dei gattini e ho deciso di trasformarli in un problema per qualcun’altro!”

Quante volte non avete sentito queste scuse? Io parecchie volte e ogni volta mi fanno venire voglia di urlare. Nessuna di queste frasi è una buona scusa per far nascere dei piccoli esserini indifesi… il passo che separa “il miracolo della vita” da “dei piccoli grandi problemi da risolvere” è breve. E, purtroppo, tanti lo risolvono trasformando “il loro problema” nel “problema di un altro” abbandonando questi “non voluti”

Ecco un video che dovete guardare e condividere… un video che a noi ci ha fatto commuovere

e che mostra quanto è grande il cuore degli animali

Ma noi vogliamo parlarvi di chi si mette troppo spesso in mezzo, cambiando destini e rubando piccole vite alla morte. In questo caso i protagonisti sono un’associazione di volontari greci, la SCARS. Valia Orfanidou è una di queste persone, una volontaria instancabile che ha messo la sua vita a disposizione degli animali. Un giorno stava passeggiando con il suo cane Aragon (anche lui un ex cane abbandonato), quando ha notato una scatola.

I gattini abbandonati non sono una novità in Grecia. Per esempio la SCARS in un solo mese ha salvato 25 gattini abbandonati. Valia abita nelle vicinanze delle montagne Immitos e va spesso a passeggiare nei boschi circostanti. Trova spesso delle scatole lasciate per terra (a volte con piccoli giocatoli o copertine) ma quasi sempre sono vuote.

Gli animali abbandonati in quelle zone (gattini, coniglietti, cuccioli e addirittura uccelli), dopo circa due ore spariscono: diventano il pasto delle volpi che si agiranno nella zona e che sono i predatori più comuni dei boschi intorno ad Atene. Stavolta la donna ha trovato la scatola poco dopo l’abbandono perché al suo interno c’erano ancora 3 gattini. Aragon aveva cominciato a tirare al guinzaglio come un pazzo finché la donna si è avvicinato alla scatola.

Ma il cane non si è limitato solo a salvarli… da salvatore si è trasformato anche in padre adottivo: con tanta pazienza e amore si prende cura dei gattini. Adesso i tre piccolini si trovano a casa di Valia e sono pronti per essere adottati. Chi desidera offrire un futuro a uno di loro può contattare SCARS mandando una mail all’indirizzo di posta elettronica: info@scars.gr.

E ricordati che per ogni vita che decidi di far nascere neghi a un cane o a un gatto randagio la possibilità di essere adottato.