Attenzione alla Stella di Natale, è tossica per cani e gatti

Se a Natale andate a mangiare da amici e parenti che hanno cani, gatti, conigli o altri animali domestici liberi, evitate di regalare loro una Stella di Natale. Non vi offendete se poi questa pianta viene subito messa fuori al posto di campeggiare come centrotavola durante il cenone di Natale: la Stella di Natale è infatti tossica per cani e gatti. Ci sono piante anche più tossiche a dire il vero, di solito l’avvelenamento da Stella di Natale presuppone l’ingestione di parecchie pianti della pianta, però è fuori discussione che la sua ingestione provoca sintomi anche gravi.

Niente Stella di Natale in casa se avete cani o gatti
Niente Stella di Natale in casa se avete cani o gatti

Visto e considerato che poi durante i festivi è più difficile trovare veterinari di turno e che vi tocca poi pagare anche l’urgenza del pronto soccorso, meglio evitare a priori l’ingestione.

La Stella di Natale fa parte della famiglia delle Euphorbiaceae: foglie, stelo e linfa sono tossiche. Anzi, la linfa contiene un latte molto irritante per le mucose che se assunto in quantità notevoli, provoca intossicazione.

Come sintomi da avvelenamento da Stella di Natale possiamo avere una grave irritazione delle mucose (sia della bocca con formazione di ulcere che di stomaco e intestino), nausea, vomito, tosse, mal di pancia, l’animale si strofina di continuo la bocca con le zampe e temporanea cecità.

Se vedete uno di questi sintomi e avete una Stella di Natale in casa, contattate subito il vostro veterinario. E chiedete agli invitati di non regalarvi Stelle di Natale o di non offendersi se finiscono sul pianerottolo di casa.

Foto: Flickr

di Laura Seri