Aveva un passeggino ma non c’era nessun bimbo dentro

A maggio del 2016 il produttore Doug Delony che all’epoca lavorava per KHOU.com è uscito un pomeriggio per fare jogging nel Discovery Green park di Houston. Qualcosa ha attirato la sua attenzione e ha scattato una foto. Non aveva idea che quella foto avrebbe fatto il  giro del mondo per colpa di un particolare che lui, in quel momento, non aveva nemmeno notato.

Appena arrivato a casa ha postato questa foto e, in poche ore, l’immagine aveva già fatto il giro del mondo. Quando Doug l’ha guardata meglio ha capito il motivo: nella foto c’era un uomo che si era fermato per fare una carezza a un cane anziano seduto sull’erba. L’uomo aveva accanto un passeggino ma dentro non c’era nessun bambino.

Ecco il video racconto della storia che ha fatto il giro del mondo

Doug ha raccontato: “Tutti i pomeriggi vado a correre al parco e ho notato quest’uomo, che poi ho incontrato anche altre volte, che si era fermato e stava accarezzando un cane anziano… mi sono commosso e ho scattato una foto ma non avevo notato un particolare. Accanto a loro c’era un passeggino ma non c’era nessun bambino dentro. In quel momento ho capito e poi, nei giorni seguenti, la cosa mi è stata confermata da lui stesso: l’uomo portava tutti i giorni il suo anziano cane al parco con il passeggino”.

Il cane si chiama Maximilian ( per i suoi umani Max) ed è disabile… ha 16 anni la sua mamma Edie e il suo papà Troy l’hanno adottato quando era solo un cucciolo. È cieco a un occhio e soffre di artrosi ma la sua famiglia lo ama più di qualsiasi altra cosa al mondo. Ogni giorno lo mettono sul passeggino, lo portano al parco e lo mettono sull’erba per fargli sentire l’odore della terra e delle piante. Gli danno l’acqua e una scatoletta di cibo e poi lo riportano a casa. Dicono che Max sembra rinascere ogni volta che fanno questa cosa per lui.

Doug ha concluso il suo racconto dicendo: “Non credo che si dovrebbe abbandonare una persona o un animale solo perché è anziano e malato. Gli anziani meritano il nostro amore e le nostre attenzioni sempre… e c’è così tanto che possiamo imparare da loro…”

Max si è spento a giugno del 2017 tra le braccia dei suoi umani ma crediamo che ha lasciato dietro di se una meravigliosa eredità.