Chiedeva solo di essere amato invece si è trovato solo e abbandonato per strada

Essere abbandonato per un cucciolo è l’esperienza più brutta della vita, in un attimo si trova esposto a tanti pericoli, a vivere in strada, quando invece era abituato ad un’atmosfera amorevole, strappatagli via così, di punto in biaco, senza un motivo. Sono eventi che lasciano profonde ferite nell’anima, difficili da guarire. Ray è un cagnolone che nella sua vita ha sofferto molto, i suoi umani lo hanno  fatto scendere dalla macchina con una scusa e si sono allontanati per poi non tornare mai più. La casa di Ray ormai era la strada, qui ha conosciuto la fame, la sete, il freddo e la solitudine. Il suo corpo porta i segni di questa brutta esperienza, un’esperienza che purtroppo non dimenticherà mai. E’ stato trovato a Torrance, in California.

Un soccorritore ha raccontato: “Avevo il cuore spezzato, vederlo così è stato straziante. Ray aveva pezzi di pelle che gli penzolavano dal corpo, gli si contavano le ossa… i suoi occhi mi parlavano, erano tristi, rasseganti. Aveva al collo un collare vecchio e consumato, anche troppo stretto, l’ultimo ricordo che lo legava a quelle persone che si erano liberate di lui. Ho subito capito che curare il suo cuore sarebbe stato più difficile che risanare le ferite del  suo corpo”. 

Ray è stato accolto in un rifugio dove sta ricevendo tutte le cure e i trattamenti necessari; nonostante i volontari gli dedichino tutto il loro amore, il cucciolo è triste, sembra non superare il male che ha ricevuto. L’ultima missione dei volontari è stata quella di diffondere le foto di Ray sul web, cercano per lui una nuova famiglia e un dolce nido pieno d’amore. Sperano di riaccendere una scintilla nei suoi occhi.

Ray è alla ricerca di quello che tutti noi vogliamo, una famiglia da amare e che lo ami. A chi abbandona i cani vogliamo dire di guardare al male che hanno fatto, alla sofferenza e al dolore che hanno generato, i nostri animaletti pelosi non chiedono altro, vogliono solo essere i nostri amici del cuore!

Condividete, partecipate alla nostra “missione” contro l’abbandono.

Forza Ray, la vita ti sorriderà!