E’ brutto guardare la gente che ti guarda morire!

Le cose molte volte non sono come sembrano, anzi a volte sono peggio. Perché la gente pecca di superficialità a vita. Se non puoi aiutare di persona, chiama qualcuno che può farlo al posto tuo!

Questo cucciolo faceva purtroppo parte della categoria degli animali schifati e invisibili. Viveva in una ex fabbrica di sostanze chimiche, circondato da agenti tossici incredibilmente dannosi per il pelosetto.

Quanta gente l’avrà visto? Un cane mal ridotto così, con un orecchio devastato dall’infezione, zoppicante dalle botte che riceveva gratuitamente. Nessuno l’ha aiutato in tutto questo tempo…finché per fortuna, una tra tante ha avuto pietà e ha fatto una segnalazione all’associazione “Hope for Paws”. I passanti avevano presentato il cane come un animale pericoloso e aggressivo.

Gli operatori dell’associazione americana, hanno chiamato il poverino Mufasa come “il re leone”. Da subito hanno capito che qualcosa non coincideva, non era mordace o violento, anzi si sottometteva subito.

A tutti è sembrato una piccola palla di pelo piena di amore e tenerezza, erano gli umani pericolosi e aggressivi in questo caso.

Gli operatori di “Hope for Paws” hanno pulito, sverminato e guarito Mufasa. La sua infezione è stata curata, con molta pazienza e molta cura ma alla fine tutto si è sistemato.

A guardarlo bene… sembrava un’altro cane!!!

Mufasa aveva solo bisogno di un po’ di amore, siamo fiduciosi che troverà un padrone degno di lui al quale donare il suo affetto!

Non lasciamoci “corrompere” dal pregiudizio, i cani non sono aggressivi per natura, era probabilmente affamato e molto dolente, per questo appariva aggressivo probabilmente. Lo sappiamo, basta donargli amore e affetto.

Condividete per ricordare l’importanza di segnalare se non si può aiutare direttamente!