E’ brutto guardare la gente che ti guarda morire!

Le cose molte volte non sono come sembrano, anzi a volte sono peggio. Perché la gente pecca di superficialità a vita. Se non puoi aiutare di persona, chiama qualcuno che può farlo al posto tuo!

Questo cucciolo faceva purtroppo parte della categoria degli animali schifati e invisibili. Viveva in una ex fabbrica di sostanze chimiche, circondato da agenti tossici incredibilmente dannosi per chiunque, quindi anche per lui.

Quanta gente l’avrà visto? Un cane mal ridotto così, con un orecchio devastato dall’infezione, zoppicante dalle botte che riceveva gratuitamente. Nessuno l’ha aiutato in tutto questo tempo.

Una signora ha avuto pietà e ha fatto una segnalazione all’associazione “Hope for Paws”. I passanti avevano presentato il cane come un animale pericoloso e aggressivo perché ringhiava e scappava.

Gli operatori dell’associazione americana, hanno chiamato il poverino Mufasa come “il re leone”. Da subito hanno capito che qualcosa non coincideva, non era mordace o violento, Lisa, la volontaria ha offerto un panino al formaggio, l’ha accettato, timidamente..

Pochi secondi dopo, in macchina ha scoperto una cosa che forse non aveva mai provato prima….

Portato al rifugio i ragazzi si sono innamorati tutti di lui, sembrava una piccola palla di pelo piena di amore e tenerezza, non dava cenno di aggressività..

Gli operatori di “Hope for Paws” hanno pulito, sverminato e guarito Mufasa. La sua infezione è stata curata, con molta pazienza e molta cura ma alla fine sembrava un altro cane!

 

Mufasa è stato scelto, per lui è arrivata una richiesta di adozione immediatamente, la coppia l’ha portato a casa dove i suoi figli e l’altra cagnolina hanno confermato la nomina di Mufasa!

Quando prendete un cane di strada o in canile abbiate rispetto del suo passato, hanno solo tanta paura, anche le carezze sono per loro una cosa sconosciuta…ma chi aspetta di solito viene ricompensato!

di Redazione 2