E’ stato lasciato lì a morire, legato ad un albero, con il corpo ricoperto da gravi ustioni

A fine marzo, di quest’anno, alcuni volontari, hanno trovano un povero cane legato ad un albero in un campo di senzatetto, con delle ustioni che sembravano molto dolorose. Hanno subito tagliato la corda e lo hanno portato al Peggy Adams Animal Rescue, in Florida.

Lì, i veterinari e le infermiere si sono riunite per lui per esaminarlo, solo a guardarlo, sapevano che la sua situazione era gravissima. Hanno deciso di chiamarlo Smokey, i suoi giorni in quel posto sono stati lunghi, difficili e molto dolorosi. Gli hanno fatto tantissime trasfusioni, bagni medicali quotidiani e cambi di bendaggio.

Inizialmente era molto impaurito, non capiva che quelle persone volevano solo aiutarlo, ma poi con il passare del tempo, si è fatto travolgere da quell’atmosfera d’amore.

Nel giro di due mesi, la situazione è migliorata e i volontari, hanno deciso di darlo in affidamento ad una famiglia. Ma solo provvisoriamente, perché aveva ancora bisogno di cure e di visite continue, poi in seguito l’avrebbero fatto adottare definitivamente, per non farlo più tornare in strada a soffrire.

Dopo più di un mese nella casa della famiglia in affidamento, è tornato in clinica e quando ha rivisto il suo amato veterinario, che l’ha aiutato, gli è saltato addosso, non voleva smettere di baciarlo, aveva capito che senza il suo aiuto non sarebbe mai sopravvissuto. E’ stato il suo modo per dirgli GRAZIE.

Che finale bellissimo per Smokey, non poteva morire, doveva avere una seconda possibilità di vita, non siete d’accordo? Gli auguriamo di trovare presto una famiglia che gli apra le porte del cuore, fino alla fine dei suoi giorni!

di Lisa