E’ stato trovato mentre cercava di ripararsi dentro un barile, ma invece…

Secondo le leggi, in alcuni Stati è assolutamente vietato lasciare i cani, fuori al freddo, per più di venti minuti, con le temperature sotto lo zero. Per nessun amico a quattro zampe è bello stare nelle strade a congelarsi, tranne per alcune razze, che amano le basse temperature.

Negli Stati Uniti, ci sono state diverse denunce contro molti proprietari hanno lasciato i loro cani fuori al freddo. Addirittura una donna è stata arrestata perché il suo cane è stato trovato morto congelato. Sfortunatamente questo non è l’unico caso, perché a Cincinnati, nell’Ohio, un altro cagnolino è stato trovato morto, perché la sua cabina non aveva l’isolamento all’esterno e quindi tutto il freddo è entrato e non ce l’ha fatta a sopravvivere. La scorsa settimana Detroit Dog Rescue, un’associazione che aiuta questi poveri animali in difficoltà, ha condiviso la storia di una cane, che era quasi morto. Il suo nome è Joey, è stato abbandonato dai suoi umani, in pieno inverno e non aveva un posto dove scaldarsi. Aveva le zampette congelate e non ce la faceva più a sopportare il dolore. E’ stato trovato da alcuni volontari, dentro un barile. Purtroppo, la superficie fredda a contatto, per tanto tempo, con il suo corpo, lo ha portato ad un congelamento allo stomaco e ai testicoli. Probabilmente, di lì a pochi giorni, Joey sarebbe morto. Ma grazie a questi ragazza, ha ricevuto tutte le cure di cui aveva bisogno e oggi sono in attesa per farlo adottare, ma sarà affidato solo ad una famiglia amorevole e stabile.

I volontari cercano sempre di salvare tutti gli animali in difficoltà, ma la cosa non è sempre facile.

Per questo se vedete un povero cane che ha bisogno d’aiuto, non esitate, vi ricompenserà sempre!

Ma soprattutto se vedete un amico a quattro zampe fuori una casa a congelarsi, fate qualcosa, non passate senza fare finta di nulla!

Basta una telefonata! Condividete per far conoscere a tutti queste storie!

di Lisa