“Fattorie del sangue di cavallo”, l’orrore è nelle nostre case

Un fatto assolutamente crudele che non avremmo mai voluto documentare. Ma purtroppo è diventato necessario parlarne, per fermare l’orrore. Un’indagine condotta da alcune associazioni animaliste ha rivelato un’agghiacciante verità. Ancora una volta “per fare soldi”, l’uomo abusa degli animali, violandone principalmente la dignità.

Dai vari documenti a disposizione apprendiamo che negli USA ci sono vere e proprie “fattorie del sangue”. Qui le giumente incinte vengono allevate con un fine ben preciso: attaccarle a macchine specifiche adibite a succhiare loro il sangue. Per fare cosa? Il processo termina nelle case farmaceutiche con esperimenti di ricerca e produzione di farmaci veterinari. Ma non è finita qui…

I farmaci arrivano fino in Europa, per questo il “Partito degli Animali” ha lanciato un’importante proposta: cambiare la legislazione europea per l’importazione della gonadotropina. Questo elemento è contenuto proprio nel sangue delle cavalle gravide ed è ambito poiché è capace di indurre artificialmente il calore alle scrofe, così da ottenere la riproduzione veloce. Infatti in Europa è vietata la produzione ma non è ancora vietata l’importazione.

Non so se vi siete resi conto: si sfruttano i cavalli per poi sfruttare di conseguenza i maiali. “Le aziende farmaceutiche fatturano milioni e milioni di dollari, ma sono soldi sporchi di sangue. Purtroppo, oggi, è un grande business”, spiega il presidente di una nota associazione, Sonja Meadows. Il settore è rimasto silente per molti anni, oggi è stato stanato da questa indagine condotta in America, Uruguay e Argentina.

Il video che alleghiamo è molto forte, consigliamo di guardarlo solo a chi ne è veramente convinto:

Ora ci chiediamo, dove diavolo sono le ispezioni da parte delle agenzie governative? Sono inesistenti? Possibile che nessuno sapeva dove e come avveniva questo orrore? Quanto sangue è stato gettato dalle giumente? La cavalla è incinta praticamente sempre e quando sono deboli vengono fatte abortire. La prole che sopravvive, diventa a sua volta produttrice di sangue. Da vecchie vengono abbattute, tanto “ora non servono più”.

DICIAMO BASTA A QUESTO ORRORE!

Sembra un film horror, l’ UE sta considerando alcuni provvedimenti, ma fino ad ora non ha fatto nulla di concreto. NULLAAAAAA. Noi possiamo dire basta, possiamo fermare queste mattanza, queste morti assurde! Chiediamo a gran voce di mettere al bando l’importazione in Europa di qualsiasi prodotto ottenuto con tecniche crudeli o che causino sofferenze sugli animali. Il mercato è guidato dalle case farmaceutiche che vendono l’ormone contenente nel sangue di queste povere bestie, agli allevamenti intensivi, che lo poi utilizzano per far entrare in calore maiali ed altri animali, in un modo SCHIFOSAMENTE INNATURALE. Denunciamo questo orrore, mobilitiamoci tutti, basta solo una firma… un vostro click potrebbe valere la vita di una giumenta!

FIRMATE LA PETIZIONE CLICCANDO SUL LINK DI SEGUITO E CONDIVIDETE PER RACCOGLIERE PIU’ FIRME POSSIBILI: secure.avaaz.org

di Lisa