Gentile signora trova metodo casalingo per scacciare i cuccioli affamati

Siamo  a Benevento, purtroppo la piaga del randagismo dilaga al sud per la mancata presenza delle istituzioni. La gente che non ama gli animali è ovunque ma qui, che li trovano in ogni angolo di strada si sentono cose sempre peggiori.

Pochi giorni fa cinque cuccioli vagavano perle strade di un paesino campano, frutto di una cucciolata casalinga poi abbandonata o, peggio, di una randagia morta da qualche parte. Questo è sicuro, se ci sono i cuccioli in strada e la mamma non è con loro qualcosa è successo.

 

I piccolini, probabilmente in preda alla fame si sono avvicinata alla casa della signora in questione, lei pensando di non essere vista sicuramente, ha preso la paletta di plastica e invece di offrire un po di cibo a quelle anime innocenti ha pensato bene di saziarli a palettate.

Certo se il cane lo sfami, il cane ritorna, il detto dei vecchi non sbaglia, quindi per carità, chi mai vorrebbe dei cuccioli a sporcare davanti casa? Li picchi non li sfami andranno a morire altrove insomma!

Il gesto della signora non è passato inosservato da qualcuno che, evidentemente la pensa in modo diverso, ha allertato le forze dell’ordine. Non hanno ignorato la telefonata, bisogna elogiare questo perché molte volte non si spostano se chiami per un cane, giunti sul posto hanno trovato i cuccioli in buone condizioni ma con evidenti segni sul corpo del maltrattamento.

I piccoli sono stati affidati all’ENPA di Benevento e appena pronti avranno bisogno di una casa. Alla signora va la nostra compassione, la prossima volta riempia due ciotole di acqua e pappa, faccia una carezza a chi è in difficoltà e chiami qualche volontaria del posto, le garantisco che quel lato vuoto di cuore che ha si riempirà come per magia!

di Redazione 2