Golden retriever allevati per sviluppare devastanti malattie muscolari

Vi vogliamo parlare di quello che sta succedendo da sempre in alcuni laboratori dove gli scienziati fanno dei test sulle terapie che potrebbero  migliorare la qualità della vita dei pazienti che soffrono di distrofia muscolare. La distrofia muscolare è una patologia altamente invalidante che causa l’indebolimento progressivo dei muscoli e che porta fino alla paralisi totale. Le persone affette da distrofia muscolare finiscono la loro vita in carrozzina, dipendendo totalmente dagli altri.

Molti scienziati studiano le cause di questa malattia e le possibili cure ma, fino ad adesso, non è stato trovato niente che funzioni davvero. Il problema, però, è che per trovare una cura, vengono usati gli animali. PETA ha girato un video all’interno di alcuni laboratori in Texas dove si può vedere chiaramente quanto soffrono i cani usati per la sperimentazione. Usando una selezione genetica, vengono allevati solo gli animali che hanno il gene alterato. Questo perché la distrofia muscolare di Duchenne, per esempio, è determinata dalla presenza di un’alterazione all’interno di un gene che si trova nel cromosoma X. All’interno di questo gene ci sono le informazioni necessarie per la produzione della distrofina (una proteina che connette la matrice extracellulare di una fibra muscolare al suo citoscheletro).

3DC47F3400000578-4254628-image-m-16_1488207941049

Il filmato sconvolgente, girato all’interno di questi laboratori da un volontario della PETA, rivela la condizione scioccante dei cani usati per gli esperimenti presso la Texas A & M University. Gli animali sono visibilmente sofferenti. Le loro condizioni sono pessime. Hanno dei dolori terribili, fanno fatica a mangiare e sono molto magri, tanto che li si vedono le costole. Alcuni hanno la bava alla bocca, perché i muscoli delle loro mascelle sono indeboliti e non si reggono nemmeno in piedi. Una delle persone che lavorano in questi laboratori ammette che i cani non hanno nemmeno un lettino o una coperta dove potersi stendere. Fanno fatica a respirare e molti di loro muoiono entro il primo anno. La morte, però, per loro è una benedizione!

3DC4154100000578-4254628-image-a-10_1488207800839

“Per chi ama i cani questo video è devastante ma non potevamo tacere. Questi esperimenti devono finire”, dichiara Alka Chandna, un tecnico specialista di laboratorio che lavora per la PETA. “Sono inutili, non servono né ai cani e nemmeno ai malati. Da questi esperimenti, in 35 anni, non è mai venuta fuori nessuna cura”. Un altro impiegato ha ammesso che se i contribuenti sapessero che i loro soldi finanziano questo genere di esperimenti, i laboratori verrebbero chiusi.

Dall’altra parte della barricata c’è uno scienziato, un esperto nella ricerca sugli animali, Tom Holder, che insiste sul fatto che gli esperimenti hanno contribuito a sviluppare Eteplirsen – un farmaco inizialmente testato su topi e cani – che attualmente è usato nella sperimentazione umana. Noi non sapiamo la verità perché non conosciamo tutti i dati del problema ma vi invitiamo a voi a trarre le vostre conclusioni.

Se volete vedere in che condizioni sono costretti a vivere questi cani, vi invitiamo a guardare il video qui sotto.