I soccorritori non avevano mai visto questo, nella stanza si sentono male

La storia purtroppo si ripete, ogni giorno, in ogni parte del mondo, milioni di cuccioli vengono abbandonati; la vita, per un cane di strada, non è affatto facile e presenta molti pericoli.  E’ anche umiliante combattere per un territorio che non gli apparterrà mai e che gli farà solo del male. La strada diventa la casa di questi cuccioli, ma qui non hanno da mangiare né da bere e dormono quasi sempre al freddo.

 

Un gruppo di soccorritori è stato avvertito da una telefonata anonima della presenza di un cane rinchiuso in uno scantinato, ma non erano affatto preparati a quello che poi si sono ritrovati davanti agli occhi…

Quel cucciolo era il ritratto della tristezza, era pelle e ossa, il suo corpo era pieno di ferite e abitato da vermi e parassiti, non ce la faceva neanche a stare in piedi, le ossa sembravano non reggere quel corpicino tanto, troppo esile.

I soccorritori allora lo hanno preso in braccio e portato al sicuro, fuori da quella prigione; il cane aveva bisogno di cure, immediate, le sue possibilità di sopravvivere erano molto scarse. Dopo accurati esami si è scoperto che il cucciolo era affetto da scabbia, quel pelosetto continuava a soffrire, le ferite del corpo guarivano, ma quelle dell’anima no.

I suoi occhi sembravano arrendersi, troppo debole per restare in piedi, non apriva neanche la bocca per bere o per mangiare, si stava lasciando andare, così come quell’umano crudele aveva fatto con lui…

Ma i soccorritori non si arrendevano, non potevano fallire con questo cucciolo, molto, ma molto lentamente, sono riusciti a nutrirlo, lo hanno chiamato Perry e da allora si sono presi cura di lui ad ogni ora del giorno e della notte. L’animale si è fidato e si è lasciato avvicinare.

Le sue ferite, dopo tanti interventi, hanno iniziato a guarire e i suoi occhi sono tornati a splendere, è stata accesa la speranza. Oggi Perry sta benissimo ed ha trovato anche una casa piena di amore, tutti lo adorano!!

 

Scrivere ogni volta di animali maltrattati ci rattrista, speriamo ogni giorno che queste storie di violenza e soprusi non accadano più, ma purtroppo è una brutta verità, parlarne ci aiuta a non lasciare tutto in sordina, condividiamo per dare una speranza a tutti i nostri cuccioli abbandonati alla loro sofferenza! Alla fine, è il meraviglioso finale quello che conta!

di Redazione 2