Il cucciolo di delfino cercava aiuto invece ha trovato la sua fine

In questi giorni di vacanza ci piacerebbe parlarvi solo di cose belle e allegre ma, purtroppo, non sempre è possibile. Abbiamo ritenuto doveroso parlarvi di quello che è successo a un cucciolo di delfino, un esemplare femmina come si è saputo in seguito che, sulle coste dell’Almeria ha perso la vita.

La piccola è finita, non si sa come, nelle acque basse vicino alla spiaggia e i bagnanti si sono precipitati in centinaia ma non per aiutarla ma per farsi dei selfie e filmarsi insieme a lei. Alla fine, dopo aver messa sulla sabbia e portata in braccia per i fotografarla hanno provato a rimetterla in acqua… ma era troppo tardi.

Ecco il video girato da una delle persone presenti

Il piccolo delfino è morto. Nelle foto scattate si vedono alcuni bambini che maneggiandola maldestramente le coprono lo sfiatatoio, l’orifizio che per i delfini ha lo stesso ruolo che hanno per noi le narici. Ma non è stato solo questo: l’animale è deceduto, probabilmente, per lo stress eccessivo al quale è stato sottoposto e che gli ha causato un arresto cardiovascolare .

Quando i bagnini se ne sono accorti di quello che stava succedendo hanno chiamato l’associazione ambientalista Equinac ma per il delfino era già troppo tardi. Nella foto qui sotto ci sono i volontari che hanno provato, inutilmente, a rianimare il delfino che, al loro arrivo, era già privo di sensi.

Purtroppo i delfini così piccoli difficilmente sopravvivono senza la loro mamma. Il fatto di essere stato tirato fuori dall’acqua, toccato e preso in braccio dai bagnanti ha accelerato la sua morte. La triste vicenda ci dimostra ancora una volta, come l’umanità sembra essere sempre più indifferente alla sofferenza degli altri esseri e come il nostro livello di empatia verso altre specie si sia abbassato in modo preoccupante.

Dobbiamo smetterla, una volta per tutte, di essere così egoisti e ricordarci che, quando non ci sarà più nulla da distruggere su questo pianeta ci autodistruggeremo.