Il finale di questa cosa è la parte che lascia in tutti noi la voglia di dire, grazie

Joey Wagner è una di quelle persone che dici”PER FORTUNA CHE ESISTI!”

Proprio grazie alla sua generosità e all’amore per gli animali, Joey è riuscito a fondare un piccolo rifugio per indifesi. Un giorno è venuto a conoscenza di un cucciolo che doveva essere soppresso perchè mandava un cattivo odore. Era un cucciolo di pit-bull, in condizioni davvero molto critiche. Il cagnolino, infatti, era stato abbandonato a sé stesso, in una casa di campagna, probabilmente la madre era stata uccisa e lui era rimasto solo.

Lo hanno trovato senza cibo né acqua, in una situazione davvero molto discutibile. Il cane infatti era malato gravemente, sul suo corpo non c’erano più peli, una rogna molto aggressiva lo stava divorando, quella era la cosa che mandava tutto quel cattivo odore.

Wagner pensa che sta per morire ma lo prende lo stesso e lo porta via da morte certa. Mojo, il pit-bull stava peggiorando a vista d’occhio, la ripresa era difficile, era stato per troppo tempo in una condizione tanto terribile.

Ma giorno dopo giorno e con tanta dedizione, Joey è riuscito a salvare Mojo dal suo atroce destino. Purtroppo porta ancora i segni della brutta malattia, ma il cucciolo non si arrende, grazie anche all’amore e alle coccole che riceve da Joey. Le richieste di adozione sono tantissime, ma finché il cucciolo non è stabile Wagner non può considerare nessuna delle richieste.

Ma la ripresa di Mojo ha lasciato tutti a bocca aperta. Complicanze a catena non riuscivano ad abbattere ne cucciolo ne Wagner. Poco dopo ha lasciato la clinica, non solo ovviamente! Chi saranno i futuri genitori del piccolo Mojo? Scopritelo nel video che segue….

 

Nessuno se lo aspettava, compreso l’adorabile cucciolo. L’uomo che gli aveva salvato la vita, ora era il suo “papino”. La reazione di Mojo è sorprendente, il cucciolo sembra  aver capito che starà per sempre con Joey e che avrà una casa e un umano che lo amano veramente!! Condivideteeee per premiare la speranza e la determinazione.