Il mistero più dolce del mondo rivelato da un bimbo

Dixie e Edward sono una coppia americana, Danny è il loro terzo figlio adottivo, un bambino con le capacità motorie di base compromesse e con un deficit di linguaggio molto evidente. I genitori le hanno provate tutte per dare piacere e aiuto al loro bambino tranne una cosa: un cane. Ma quel giorno ci sarebbe stata una bella sorpresa per Danny…

1

La famiglia non poteva tenere un cane, la casa purtroppo non era abbastanza grande; ma Dixie e Edward hanno preso accordi con una organizzazione di soccorso per aiutare Danny a risolvere i suoi piccoli problemi motori e per aiutarlo a parlare… la famosa pet therapy! Il cagnolino si chiamava Saki, era affettuoso, l’ideale per il bambino… ma è accaduto qualcosa di straordinario…

1a

Ogni sera Saki tornava nel rifugio per cani addestrati, ma tutte le notti succedeva qualcosa di strano… Il cagnolone sgattaiolava fuori, usciva nel cortile, attraversava la strada e giungeva a casa di Danny, solo per poterlo rivedere.  Tutti i giorni Saki organizzava la sua fuga. I progressi di Danny erano evidenti, cominciava a parlare meglio, riusciva anche a lanciare una palla e a giocarci; la sua prima frase è stata: “Io sono il padre di Saki!”. Il cucciolo lo sapeva che per il bambino lui era fondamentale, l’uno, ormai, aveva bisogno dell’altro!

1b

Ma venne il giorno in cui Danny e Saki dovevano separarsi, il bambino aveva fatto progressi evidenti e secondo l’organizzazione non aveva più bisogno dell’aiuto dell’animale. I genitori chiesero di poter adottare il cucciolo ma purtroppo era impossibile “donare” il cane alla famiglia. Danny non si è arrese cosi’ facilmente… sapeva che se l’avessero visto insieme al cane sicuramente gli operatori dell’organizzazione avrebbero cambiato idea! E così fu, da allora Danny e Saki non si sono mai più separati! Vi lasciamo con il video che vi racconta la storia di un cane e del suo migliore amico, Danny!

Saki è un cane perfetto proprio per la sua capacità encomiabile di interagire con gli esseri umani, specialmente con i bambini; il cucciolo sa leggere il linguaggio del corpo e percepisce l’umore del suo migliore amico, questo ha permesso di stabilire un contatto profondo con Danny. Che dire, non solo il cane è il migliore amico dell’uomo, da sempre, ma lo aiuta anche ad affrontare patologie e a superare problemi di salute. Condividete questa bellissima storia di amicizia tra Danny e un cagnolone assolutamente speciale!!