Il pitbull chiamato “mostro” sta per essere soppresso, un incontro gli cambierà la vita

Questa è la storia di un giovane pitbull, Nico. Lui è il re dei combattimenti tra cani, il più forte, veniva trattato come una macchina mortale e per questo tutti lo chiamavano “il mostro”, così lo conoscevano nell’ambiente. Ma con l’avanzare degli anni Nico è invecchiato, non era più buono, non era più aggressivo come un tempo… è stato quindi lasciato in un canile, in quelli denominati “kill”, abbandonato lì, al 90% sarebbe stato soppresso.

Gli operatori della struttura lo guardavano con aria penosa e non si rassegnavano al suo triste destino. E’ stato proprio a quel punto che hanno deciso di scattare numerose fotografie e di girare un video! Le immagini hanno fatto il giro dei social, tra le prime ad ammirarle su Facebook, c’è stata Kelly Gibson, attivista per i diritti degli animali. La donna ha letto negli occhi di quel cucciolo la tristezza, la solitudine, il cucciolo passava le sue giornate in piedi o seduto, sempre con la testa appoggiata contro il muro. Probabilmente a cercare di scacciare via i ricordi di quelle lotte e di quei mostri che lo costringevano ad essere “il cattivo”.

Ma in fondo di cattivo non aveva proprio nulla… e Kelly lo aveva capito. Ha deciso di fare i bagagli e di partire alla volta del rifugio, solo per conoscere questo cucciolo speciale. La donna è stata accolta dai volontari e accompagnata alla gabbia di Nico. I due si sono guardati negli occhi, innamorandosi al primo sguardo. Il cane era lì, seduto di fronte alla Gibson e non era affatto un mostro! Subito dopo l’incontro, Kelly ha deciso di iniziare una raccolta fondi, in modo che Nico potesse essere salvato dall’abbattimento.

E’ proprio vero, basta avere un po’ di volontà e si riesce in tutto! Kelly ce l’ha fatta, ha salvato Nico. Il cucciolo è stata sottoposto alle cure di cui aveva bisogno e che nessuno fino ad allora gli aveva dato. Dopo solo tre mesi il cucciolone era completamente cambiato, una trasformazione radicale. Ora era pronto per trovare una casa!

E per fortuna non c’è voluto molto tempo… Bridget lo ha accolto nella sua, poteva andare diversamente? Nico ora è più felice che mai. Nella sua nuova famiglia, il cagnolone ha anche una sorellina, anche lei un pitbull, di nome Brisby. E’ diventato il suo idolo, come l’idolo di tutti, Nico è visto come un cane incredibile, un simbolo di speranza per tutti gli animali che vengono trascurati, trattati male o abusati. Ma anche per quelli disabili o malati e per quelli costretti a combattere con altri cani. Nico è finalmente circondato da amore, calore e compassione, tutto quello che serve per un cane distrutto sia fisicamente che mentalmente. Ma a volte la vita decide al tuo posto, decide che la strada non può essere spianata a lungo… Purtroppo le battaglie di questo cane non sono finite, Nico è affetto da un tumore…

Noi siamo qui per sostenerlo, vogliamo dirgli che è un guerriero e che ce la farà anche questa volta!

Qui di seguito potete vedere il percorso di Nico, un animale buono esattamente come tutti gli altri. Guardate qui:

La storia ci insegna che i cani non nascono cattivi, ma lo diventano per  qualcosa che gli viene insegnato. Non fatevi mai ingannare dall’apparenza e lasciate i pregiudizi da parte! Siete d’accordo?

Condividete amici, lasciamo tutti insieme un enorme in bocca al lupo a Nico!

di Lisa