Il salvataggio Frankie il pitbull

Questa donna stava guidando la sua macchina quando all’improvviso si trovò in una situazione orribile: un gruppo di ragazzi crudeli stava picchiando selvaggiamente un pitbull indifeso lanciandogli addosso mattoni, legnetti e rocce.

La donna non sopportava una visione del genere, così si fermò immediatamente, aprì la portiera e fece salire il cane. Il cane, che lottava per sopravvivere, saltò subito in macchina e presto venne portato dal veterinario per essere curato.

La donna non aveva realizzato del tutto di aver appena letteralmente salvato la vita ad una creatura che, per quanto forte e possente potesse essere, in quel momento non poteva difendersi in alcun modo.
I bulli avevano picchiato il povero cane così duramente da lasciargli una ferita profondissima proprio tra la testa e il muso, che doveva essere disinfettata col massimo dell’attenzione.

Una volta curato e accertate le sue condizioni di salute, venne portato all’associazione Canine Cupids di Milwakee, che si occupa di cani ritrovati in situazioni di degrado o problematiche come questa: soli pochi giorni dopo venne dato in affido ad una dolcissima mamma umana, che lo curò e iniziò a dargli l’affetto che a breve avrebbe trovato quando sarebbe stato adottato definitivamente. Dopo un passato come il suo, se lo meritava!

Un anno dopo l’affido, ecco la svolta: una famiglia si innamorò dello sguardo dolce ed intenso di questo pitbull e decise di adottarlo. Ora il suo nome è Frankie e vive in una casa dove ha tutto ciò che non ha mai avuto nella sua triste vita da randagio. Sappiamo poco sul suo passato, se è stato abbandonato o se è scappato di casa, ma la cosa in assoluto più importante è che grazie alla donna che quel lontano giorno passava in macchina nel posto in cui si trovava Frankie, si è data una seconda chance ad una creatura che rischiava davvero molto!