Jacinto aspetta ancora il suo papà che non tornerà più

Avrete tutti sentito del terremoto che ha distrutto il Messico. Sotto le macerie sono rimaste sepolte tante persone ma anche tanti animali. E adesso i soccorritori stanno cercando di trovare e tirare fuori i loro corpi, perché la speranza di trovare ancora qualcuno in vita si è spenta man mano che passavano i giorni.

Tra tutte queste storie strazianti, ci ha colpito quella di un cane. Il suo nome è Jacinto e abitava con la sua famiglia ad Atzitzihuacan. Nel giorno del terremoto Jacinto ha perso il suo papà Trinidad, un uomo di 97 anni. La sua casa gli è crollato addosso e l’ha seppellito. Le persone del paese insieme ai vigili del fuoco stanno scavando per raggiungere il corpo dell’uomo ma il cane non si sposta da lì.

Sta stesso sulla terra e aspetta che quelle persone tirino fuori il corpo del suo papà. Sono stati inutili i tentativi dei soccorritori di allontanarlo, per impedirgli di farsi male… lui continua a tornare sul posto dove sente l’odore familiare di Trinidad.

Questo è il racconto di uno dei soccorritori:

“Noi lo abbiamo mandato via per permetterci di continuare a togliere le macerie ma lui torna  e si stende proprio nel luogo in cui il suo papà umano di 97 anni ha perso la vita. Questa è la più grande prova di lealtà e d’amore di un cane per il suo papà umano che non c’è più“.

Nel crollo Antonieta, la moglie dell’uomo si è salvata. Lei e Jacinto adesso stanno aspettando il ritrovamento del corpo per poterlo seppellire al cimitero e piangerlo. E c’è di più: la storia di Jacinto ha fatto il giro del mondo e tutti hanno saputo della disgrazia che ha colpito lui e la sua famiglia. Sembra che adesso la donna e il cane avranno un posto dove vivere… grazie alla solidarietà umana.