La commovente storia di un cucciolo di orango

Budi era un cucciolo di orango, costretto da piccolo a mangiare solo latte condensato, chiuso all’interno di una gabbia piccolissima, non adatta a lui. Purtroppo sembrava che per lui non ci fosse via d’uscita. Era talmente debilitato che si è pensato all’eutanasia.

Fortutamente Budi è stato salvato dall’International Animal Rescue (IAR) e portato nel loro rifugio: la sua storia da qui in poi è una storia di speranza e amore. Hanno deciso di tentare l’impossibile.

Quando i volontari lo hanno ritrovato in Indonesia, nella regione del Ketapang, era in condizioni davvero disperate: la dieta e lo spazio ristretto avevano quasi distrutto il suo corpicino.

I medici pensavano che fosse troppo tardi per salvarlo, era debole e soffriva molto. Era così fragile da non potersi nemmeno sedere da solo.

Soffriva davvero moltissimo e i veterinari soffrivano nel vederlo provare così tanto dolore.

Ma con pazienza e amore, alla fine sono riusciti a salvarlo: pian piano ha imparato a sedersi da solo per piccoli periodi di tempo, ad aprire la bocca da solo.

Il recupero è stato lento, lungo, talvolta sofferente, sia per il cucciolo sia per i suoi soccorritori, ma alla fine il miracolo è avvenuto e il piccolo Budi ora sta decisamente meglio.

Ha tantissimi amici che si prendono cura di lui, non è più solo e, anche se non potrà mai dimenticare le sofferenze subite, almeno adesso potrà vivere una vita degna di questo nome.

Condividi questa storia con i tuoi amici.

di Pamela