La loro diversità non fa che renderle ancora più uniche e speciali

“Quando ho visto Trey per la prima volta sono rimasta senza parole. Era uno scricciolo di 5 settimane. Con le zamper posteriori paralizzate dalla nascita, quella micia aveva una forza di vivere incredibile. Ho pensato che non sarebbe sopravvissuta a lungo per strada. Così l’ho presa e l’ho portata a casa con me.” racconta Karla.

“In pochissimo tempo è riuscita a conquistare il mio cuore.”

“Io gestisco un rifugio qui nella zona. Dopo qualche tempo che avevo adottato Trey, è giunta da noi un’altra amorevole gattina bianca e nera: Dalila. Anche lei era paralizzata, in un modo più grave purtroppo.”

“Ma quello che non sapevo era che portandola a casa avrei dato vita all’amicizia più forte del mondo. Quella tra lei e la mia piccola Trey.”

“Entrambe sono speciali, ma hanno tantissimo amore da dare. Si supportano giorno dopo giorno e sono praticamente inseparabili.”

“Sono diventate sorelle…anche se non di sangue, ma con di cuore!”

“Da un po’ di giorni è entrato a far parte della nostra meravigliosa famiglia anche Spirit. Un adorabile gatto affetto da ipoplasia cerebrale. Le due sorelline lo hanno accolto subito come uno di loro.”

“C’è chi mi chiede per quale motivo ho deciso di adottare tutti gatti con bisogni speciali. La verità è che la vita per un gatto di strada è già molto dura, ma per uno particolare come loro è praticamente impossibile. E soprattutto penso che queste creature meritino qualcuno che le faccia sentire bellissime e uniche quali sono, ogni giorno delle loro vite.”

Condividi questa storia emozionante con i tuoi amici!