La natura è una legge, il più grande mangia il più piccolo

Abbiamo pensato ad una bufala invece, purtroppo è la verità e neanche troppo insolita da quelle parti! Siamo in Indonesia, nel villaggio di Sulawesi.

Domenica sera è scomparso un giovane di 25 anni, Akbar Salubiro. Uscito al mattino per raccogliere frutta nei campi, non ha fatto più ritorno. Nonstante numerosi amici e famigliari si fossero impegnati nelle ricerche, nessuna traccia del giovane, scomparso nel nulla.

Martedì sera qualcuno ha trovato, nei paraggi dell’abitazione del giovane un pitone reticolato di circa sette metri. Insospettiti dall’enorme stomaco e dalla forma piuttosto visibile degli stivali, hanno ucciso l’animale per visionare l’interno.

La speranza era quella di trovare qualche bestia nelle sue viscere, ma la realtà è risultata la peggiore..Hanno disteso il pitone e lentamente hanno aperto, con un coltello, il suo stomaco…poco alla volta, prima i piedi, poi il resto, il copro del povero ragazzo è affiorato.

I presenti hanno ripreso per intero il momento, anche la moglie, non presente al villaggio, ha appreso da qui le informazioni. Questo è il primo caso certificato di umano mangiato, in quanto, l’uomo non è una preda ambita dai pitoni. Una ricercatrice ha spiegato che le scapole nostre non sono facilmente stritolabili, quindi non siamo appetibili. L’uomo probabilmente è stato attaccato alle spalle, stritolato sarà morto di arresto cardiaco e infine ingerito per intero.

Altri casi c’erano stati già di attacchi ma, proprio per il motivo appena spiegato, non erano state divorate.

Condividete, la natura a volte ci lancia i più tristi dei segnali!