La storia di Anubis, punito per aver abbaiato

Anubis è il nome di questo povero cagnolino, i cui precedenti proprietari, stando alle indagini svolte dalla squadra di salvataggio, strapparono letteralmente il naso come punizione per aver abbaiato. Un castigo crudele, a cui nessuno vorrebbe mai essere sottoposto. Il cagnolino, per fortuna, è stato allontanato dall’inferno in cui si trovava e portato negli Stati Uniti, da El Cairo, in Egitto.

Anubis era il cane da guardia di una proprietà abbastanza lussuosa e, il giorno che ciò accadde, aveva fatto semplicemente il suo dovere: quando la gente si avvicinava all’abitazione, lui abbaiava per difendere il suo territorio. Lauren Connelly dell’associazione Special Needs Animal Rescue and Rehab ha raccontato che per svariati anni Anubis aveva vagato per le strade della città.

Eco il video racconto

Spesso veniva visto accucciato sotto le macchine parcheggiate, vivendo in una silenziosa agonia. Così, insieme ad un’altra associazione, Animal Protection Foundation, le forze si unirono e il cane venne salvato. Lo portarono negli Stati Uniti proprio come era successo con altri cani in Egitto che avevano bisogno di una seconda possibilità nella vita per essere felici.

Il viaggio fu lungo, ma tutti sapevano che Anubis avrebbe finalmente trovato una famiglia ed una casa, anche se solo in affido! Ma le sfortune parevano non finire mai: la famiglia a cui venne dato in affido aveva un altro cane e Anubis, maschio dominante, aveva problemi seri a conviverci.

Così iniziò una disperata ricerca di un’adozione, che per fortuna ebbe un lieto fine: nello scorso luglio, una ragazza di nome Kelly Hudson vide una foto di Anubis su internet, lesse la storia e subito decise che voleva adottarlo. Il cane sopportò un altro viaggio molto lungo, di ben 10 ore, ma finalmente arrivò a casa di Kelly a Spring, nel Texas. Fin dalla prima notte il legame tra i due fu molto intenso: Kelly non lo avrebbe mai abbandonato!