La storia di Baby Boy, abbandonato senza pudore su una autostrada

Come si sa già da molto tempo, l’abbandono è un fenomeno molto diffuso in tutto il mondo. La gente ancora non capisce che avere un cane è impegno, identico a come avere un figlio. Non si può lasciare un essere vivente su una strada a soffrire, perché sappiate che lui spera sempre in un nostro ritorno. Come quello che è successo a Cenk, in Turchia. Si tratta di un uomo, che per andare a lavoro, percorreva sempre la stessa strada ma un giorno il suo cammino fu interrotto da qualcosa.

Durante una giornata, come tutte le altre, stava andando a lavoro e guardando sul cavalcavia, vide un povero cane rannicchiato su se stesso. Decise allora di andare a prendergli delle crocchette per farlo avvicinare a lui. Quando tornò su quell’autostrada, il cagnolino era ancora lì, nella stessa posizione. Parcheggiò la macchina e scese, andò verso di lui con le crocchette sulla mano, invitandolo a mangiare, ma niente, rimase immobile e terrorizzato.

Dopo una decina di minuti che non si muoveva, Cenk decise di avvicinarsi. Appena lo vide bene notò che non poteva alzarsi perché aveva un problema alle gambe, come gliele toccò, iniziò a piangere. Lo prese e lo portò subito alla prima clinica più vicina. Gli fecero una lastra e notarono che aveva le zampe rotte. É stato ricoverato per più di un mese e Cenk, oramai perdutamente innamorato, ha deciso di adottarlo e chiamarlo Baby Boy.

Finalmente la fortuna per questo cagnolino iniziò a girare. Caratterialmente era dolce e giocherellone, anche con gli altri cani e con i gatti. Dopo tutta la sofferenza che ha passato e l’incertezza dei dottori nel sapere se si sarebbe salvato, ha avuto un seconda possibilità nella vita e  tutto l’amore che merita.

Guardate il video e condividete tutti per far sapere al mondo la storia de piccolo Baby Boy. Stop all’abbandono!

di Lisa