La storia di Karma, la mucca che piangeva dopo essere stata salvata dal macello

Non molto tempo fa, gli attivisti dell’associazione “Glente Barn”, hanno salvato una dolcissima mucca di nome Karma, destinata ad una fine crudele nel mattatoio della città. Nel momento del salvataggio, Karma era sola, hanno aspettato la sera e i volontari l’hanno prelevata e portata al sicuro. Ma la mucca non la smetteva di lamentarsi, continuava a muggire, piangeva senza sosta, nessuno capiva perché, nessuno riusciva a calmarla…

Da questo dolore così straziante, incessabile e ripetuto, gli operatori della Glente Barn hanno capito il problema. Forse lo sapete, forse no, ma l’istinto materno delle mucche è simile a quello degli umani. Quando mamma e vitellino vengono separati, entrambi piangono per giorni interi. Nel caso di Karma era veramente così? E, domanda più importante, il suo piccolo dov’era?

Il giorno successivo gli attivisti hanno fatto ritorno sul luogo del recupero per trovare a tutti i costi il cucciolo di Karma. Era stato tenuto nascosto. Il proprietario di quella fattoria probabilmente, ma è solo un’ipotesi, voleva venderlo. Il fattore ha studiato un piano affinché i volontari non lo trovassero durante il recupero di Karma. Ma adesso era stato smascherato, la Glente Barn ha recuperato il vitellino, lo ha caricato sul furgone e portato al Santuario.

Nel video che segue potete ammirare l’emozionante incontro. Karma non appena vede il suo bambino scendere dal furgoncino, prova un sentimento indescrivibile. Sembra impazzita: muggisce di gioia, cerca di trovare una via d’uscita da quel recinto, infila la testa tra le sbarre… solo per arrivare a lui. Un volontario accompagna il piccolo fin dentro il recinto della mucca.

Non appena si ricongiunge con la sua mamma, il vitellino sviene a terra per la forte emozione, era debole e malnutrito, separato troppo presto dalla sua dolce mamma. Il suo corpicino esile non ha retto! Ma il piccolo ritrova la forza e si lascia avvolgere da quell’amore vero e incondizionato che solo una madre sa donare. E poi l’istinto, il vitellino si attacca ai seni della madre e ciuccia la sua fonte di vita!  Guardate voi stessi:

Non è fantastico?? Gli animali riescono sempre a sorprenderci e a farci commuovere. Ci venissero a dire che queste creaturine non hanno sentimenti…. !! Guardateli e ricordatevi che noi li strappiamo all’affetto delle loro mamme solo per mangiarli! Condividete questa scena bellissima, capace di entrare anche nei cuori più duri!