La storia di Rocky, il cane abbandonato che rimane leale al suo papà

La storia che vogliamo raccontarvi oggi ci è arrivata da una volontaria di un rifugio di Los Angeles. La ragazza ha voluto mostrare un immagine che si nasconde dietro un sipario strappalacrime, che sta commuovendo il mondo e che ha cambiato, per sempre, la vita ad un pitbull…

“Sapete, ogni giorno entra un nuovo cane nel rifugio, che sia abbandonato personalmente dal suo proprietario o che sia stato trovato per strada. Sono tutti comunque tristi e sofferenti, sono tutti cani con cui la vita è stata ingiusta. Noi cerchiamo di regalargliene una migliore, a volte è semplice ma a volte è la cosa più difficile del mondo. Anche i cani sono sottoposti a discriminazioni e giudizi e la maggior parte degli umani, quando viene qui, ha già un tipo di idea sul cane che vuole, l’ha già disegnato nella propria testa e sapete, di solito non esiste!

Ma mai mi era successo di vedere una scena così! Questa volta dalla mia porta è entrato lui, Rocky, insieme a sua sorella Cupcake. Due pitbull di circa 9 anni, lasciati da noi dal loro papà umano, che sosteneva che fossero diventati troppo ingombranti e impegnativi per lui. Mi disse: ‘tanto lo so che se non li adottano, in questo posto li uccidete con l’eutanasia, quindi non sono un peso per voi e non lo sono più per me, siamo tutti felici!’

Ero inorridita, ero incredula. Sapete quante volte ho pianto? Quanti cani ho visto spegnersi dinanzi i miei occhi? La legge purtroppo è la legge e io sono impotente! Non ho avuto nemmeno il tempo di rispondere, Rocky mi ha interrotto, aveva capito e ha fatto una cosa che ogni giorno, da allora, continuo a rivedere nella mia testa. Aveva capito che il suo amato papà non lo voleva più, aveva capito che adesso sarebbe diventata quella la sua casa, aveva capito ogni singola parola. E’ andato da lui e gli ha dato la zampa, l’ha poggiata sulla sua mano e poi l’ha guardato. Il suo sguardo era pieno d’amore, era come se gli stesse dicendo ciao, non preoccuparti starò bene. Dal mio viso sono iniziate a scendere le lacrime… e lui invece? E’ rimasto impassibile…

Ho condiviso la sua foto, insieme alla su storia, su Facebook. Non vi dico il numero impressionante di reazioni che ha ricevuto. Non ho mai visto adottare un cane così in fretta. Abbiamo selezionato la famiglia nel miglior modo possibile. Abbiamo preceduto l’adozione, con un pre-affido e improvvisati controlli. Alla fine abbiamo trovato quella perfetta. Poco dopo anche Cupcake ha trovato casa. Oggi sono entrambi felici.”

Una storia commovente, che ci mostra ancora una volta, che gli animali hanno molti più sentimenti di quanto noi crediamo. Ricordatevi che se adottate un animale è per sempre, non è un peluche che si getta quando vi siete stufati! Condividete la storia di questa meravigliosa e commovente immagine, Rocky ci ha lasciato una lezione molto importante, facciamone tesoro!