La storia di Tiny, il cane che è tornato dall’aldilà per conoscere l’amore

Quando Candace Scheirer ha visto una foto di Tiny in una mail mandata dai volontari di Animal Care and Control Team di Philadelphia (ACCT), si è commossa fino alle lacrime. Sapeva che doveva aiutarlo. “Dovevate vederlo: aveva il musetto più dolce del mondo. Ho risposto e ho detto che avrei fatto di tutto per aiutarlo”.

Tiny era in lista per l’eutanasia. Avrebbe dovuto essere soppresso tra 2 giorni e e Candace, che era anche la direttrice dell’associazione Noah’s Ark Rescue Project and Sanctuary (NARPS), sapeva che doveva muoversi in fretta. I volontari del canile l’avevano chiamata dicendole di accelerare le pratiche perche Tiny si stava lasciando andare e non stava per niente bene.

La donna, convinta che il nome di Tiny fosse stato cancellato dalla lista dei cani che dovevano essere soppressi, ha mandato una volontaria a prenderlo. Ma quando la donna è arrivata in canile le hanno detto che a Tiny era già stata fatta la puntura letale. Ma non era così… a Tiny gli avevano somministrato la puntura che si fa prima dell’anestesia, per farli sprofondare in un sonno pesante.

La volontaria ha chiamato Candace che ha fatto un paio di telefonate ed è riuscita a fermare “l’esecuzione”. La donna ha detto loro che voleva il cane a tutti i costi, sedato o morto… e loro hanno deciso di interrompere la procedura.

 

La donna ha portato Tiny via da lì… per tutto il giorno il cane ha dormito. Sembrava svenuto… ma alla fine ce l’ha fatta. E quando si è svegliato, era nella casa di Candace. Il veterinario le aveva detto che potrebbero esserci degli effetti collaterali ma, fortunatamente, il cane sembra aver superato il momento alla grande.

E, dopo qualche settimana a casa di Candace, Tiny è stato finalmente adottato da Andrew e Jessica Benvenuto, una coppia di ragazzi che si sono innamorati di lui.

Una storia a lieto fine che dimostra che anche quando ci sembra tardi non è mai troppo tardi per fare qualcosa!