La vendetta del toro

Le corride sono un chiaro esempio della crudeltà umana. Non riesco a capire come una persona può pagare un biglietto per andare a vedere come un povero animale viene maltrattato, ferito e, alla fine ammazzato. Non c’è nulla di più terribile, di più spietato di una corrida.

E, la cosa peggiore è che la chiamano una forma d’arte… Non c’è nulla di artistico nel veder morire un animale dopo atroci sofferenze. Non c’è nulla di artistico nel applaudire una persona che infligge dolore. Non c’è nulla di artistico nel vantarsi per aver ucciso a sangue freddo un animale che, normalmente, non si sognerebbe nemmeno di attaccarti.

Ma, in questo caso, pare che il destino ha deciso di fare un po’ di giustizia. Siamo a Città del Messico, durante la corrida di metà Quaresima. Il protagonista indiscusso doveva essere Antonio Romero, un noto torero che aveva deciso di ritornare in arena dopo un’assenza di 22 anni. Solo che, evidentemente, avrebbe fatto meglio a non tornare perché, durante la corrida, il toro è riuscito ad incornarlo, distruggendogli letteralmente il retto.

Il torero di Zacatecas si era rivolto verso il pubblico per salutare e, in quel momento, il toro ha fatto la sua mossa. Il comunicato del Dottor Vázquez Bayod parla di “sfintere anale danneggiato gravemente”. Trasportato di corsa all’ospedale, Antonio Romero è stato operato dal Dottor Sanchez Robles ed è ancora in prognosi riservata.

Sappiamo purtroppo che, probabilmente, il toro non vivrà a lungo, se non è stato già ucciso lo stesso giorno. Ma penso che, in qualche modo, il destino ha voluto punire l’uomo che ha fatto della crudeltà un mestiere. E il destino, a volte, si diverte a far scontare le colpe quando meno te lo aspetti. Noi siamo con il toro… saremo sempre dalla parte del toro. Bisogna fermare queste crudeltà mascherate da tradizioni. Non c’è nulla di bello… nulla di giusto. Affrontare un animale ferito e indebolito armato di coltelli e spade e aiutato da tante altre persone pronte ad intervenire non è coraggio! Riflettete gente… riflettete…

Qui sotto potete visionare il momento esatto in cui il torero viene incornato dal toro