L’appello delle volontarie di Capaccio. “In città c’è un mostro, aiutateci a trovarlo”

All’inciviltà e crudeltà non c’è mai fine. Vi vogliamo raccontare questa storia non per farvi del male ma per dare la visibilità a quelle persone straordinarie che, ogni giorno, aiutano questi animali sfortunati… I loro nomi e quello che fanno devono essere conosciuti da tutti anche perché avranno sicuramente bisogno di aiuto… Per non parlare delle cure mediche che adesso stanno pagando le volontarie… Ma vi vogliamo parlare di questa storia anche per chiedere a chi sa qualcosa su questa vicenda di parlare… e aiutare le forze dell’ordine a prendere il colpevole.

Quello che è successo a questo cane mansueto e buono è terribile. Qualcuno gli ha tagliato i testicoli con un coltello e lo ha gettato in strada, lasciandolo morire dissanguato. Un gesto ville e atroce che indica che la persona che ha fatto questo ha dei seri problemi… Quella persona è libera e potrebbe fare del male ad altri animali o, addirittura, agli umani. C’è un mostro in giro per la città e deve essere fermato quindi se qualcuno sa qualcosa o ha visto qualcosa, deve andare alle forze dell’ordine e denunciare.

Nerone, il cane aggredito, è il cane del paese. Tutti lo conoscevano e lo amavano. Da 5 anni di lui si occupavano le volontarie Maria Teresa Di Fiore e Delia Cavallo. Un uomo in particolare, dipendente della comunità montana, gli aveva fatto una cuccia nel garage e gli portava da mangiare. L’aveva anche microchippato a suo  nome ma Nerone era libero di girare per il paese e non ha mai fatto del male a nessuno.

Ma da 2 giorni Nerone era scomparso. L’avevano cercato ma di lui niente traccia. È stato trovato agonizzante in una pozza di sangue a Capaccio Capoluogo, nei pressi di un garage. Qualcuno l’ha preso, gli ha legato il muso con il fil di ferro e l’ha castrato con un coltello. Il cane aveva trovato la forza di trascinarsi fino in Piazza Martiri dove Maria Teresa l’aveva trovato in una pozza di sangue. La donna l’ha trasportato di corsa all’ambulatorio veterinario per essere operato. Le sue condizioni sono gravi ma non sembra essere in pericolo di morte.

Maria Teresa ha detto che farà una colletta tra volontari del posto per coprire le spese mediche. In più faranno sia loro che l’uomo che si occupava di lui una denuncia contro ignoti, sperando di trovare il colpevole…

Ecco perché è importante diffondere il loro appello alle persone del posto… chi ha visto qualcosa parli… i mostri così potrebbero fare del male a chiunque!