Le più strane creature degli abissi

Il mondo è pieno di creature strane e ogni giorno vengono scoperti nuovi esseri. Un viaggio negli abissi degli oceani ha portato immagini davvero straordinarie che hanno fatto il giro del mondo. Tra queste c’è anche il “pesce senza faccia”, un creatura stranissima che la lasciato tutti letteralmente senza parole.

La spedizione è avvenuta alla fine del mese di maggio. Tra i vari pesci portati in superficie dagli esploratori degli abissi, circa un terzo erano completamenti sconosciuti alla scienza. In pratica sono state scoperte specie mai viste prima: uno strano pesce palla, vermi zombie. crostacei mangiatori di carne e uno squalo con i denti a forma di sega.

Ecco il video ce ha lasciato tutti senza parole

Le creature portate in superficie dalla squadra di scienziati sono state portate al Museo Victoria in Australia. Le immersioni sono state fatte nella zona orientale dell’Australia a 4 km di profondità dalla superficie del mare. Si tratta di uno degli ambienti più remoti  meno esplorati dalla comunità scientifica internazionale.

I risultati della spedizione aiuteranno gli scienziati a capire la biodiversità dell’ambiente marino e come proteggerla dai cambiamenti climatici che noi, umani, stiamo provocando. Alcune creature hanno forme davvero bizzarre e strabilianti come, per esempio, i bermi nocciolina.

Tim O’Hara, il responsabile della spedizione, ha dichiarato che gli abissi australiani sono quasi interamente sconosciuti e che ci riservano ancora molte sorprese. Sono stati avvistati anche maiali marini, piccole strane creature di colore rosa che usano l loro “gambe” a forma di tubo per spostarsi sul fondale fangoso.

Ma oltre le straordinarie forme di vita marina gli scienziati hanno scoperto anche tanti rifiuti. Pur trovandosi a 100 km dalla costa australiana, sul fondo dell’oceano sono stati trovati tubi in pvc, secchi di vernice, bottiglie di plastica e di vetro, latine, pezzi di legno e altri rifiuti prodotti dall’uomo.