Lei è sull’asfalto indifesa, lui la picchia senza fine

Purtroppo le storie di soprusi sugli animali non finiscono, ogni giorno raccontiamo fatti tristi e spiacevoli, dove a rimetterci sono i nostri indifesi amici pelosi, il più delle volte maltrattati, abusati e trascurati. Ma se ci ritroviamo a scrivere di loro, c’è sempre un motivo. La storia di oggi è accaduta a Levittown, una piccola cittadina newyorkese, con pochi abitanti. Proprio qui vive Michael Gallagher, un uomo di mezza età, 56 anni all’incirca, che lavora come idraulico per il “New York City Schools”.

L’uomo si è macchiato di un peccato indelebile, molto grave, contro un essere piccolo, ma soprattutto indifeso. Michael Gallagher è stato arrestato dagli agenti della polizia locale dopo aver picchiato la sua cagnolina, Bella, non una, ma tante tante volte. Bella dopo 11 anni accanto a quest’uomo, si è ritrovata prigioniera di una vita infelice, triste, non era la prima volta che il suo “papà” la picchiava. E nessuno ne era al corrente, soffriva in silenzio, si rassegnava, l’unica cosa che poteva fare, era piangere.

Ma questa volta l’uomo ha commesso un errore, era troppo nervoso e ha dato sfogo alla sua violenza davanti a testimoni, che non hanno esitato a mettersi in mezzo per difendere la cucciola e a chiamare subito la polizia.

“La violenza contro quella povera cagnolina è stata efferata, lui non guardava in faccia nessuno, menava soltanto, quando ci siamo messi in mezzo non ha detto una parola, non ha avuto emozioni, una sola reazione da codardo, è scappato.”

Prima di picchiarla, Michael aveva anche tentato di strangolare Bella con delle fascette da elettricista, l’ha poi messa in un sacco nero, sigillato, per impedirle di scappare ma soprattutto respirare e da li, non contento, ha cominciato a picchiarla, calci, pugni… non finivano mai! L’intervento di questi angeli è stato fondamentale. Ma, nonostante questo, nonostante le tempestive cure, Bella non ce l’ha fatta, le ferite erano gravi, profonde e lancinanti, i dottori hanno deciso di procedere con l’eutanasia. Triste ma necessaria, spegnere per sempre il suo dolore è stata per loro l’unica cosa da fare.

Vi starete chiedendo se c’era un motivo del perché di tante botte, bhe no, purtroppo si tratta di semplici raptus violenti, di pazzia, gesti da vigliacco, quale essere umano si scaglia contro un cucciolo indifeso? Un malato di mente! Un debole, un uomo che ha bisogno di dimostrare la sua forza con chi non può difendersi! Gallagher deve affrontare molti capi di accusa. tra cui crudeltà aggravata verso gli animali, per il momento si dichiara innocente ma alla causa non avrà scampo! Co auguriamo che la punizione sia esemplare… vorremmo vedergli fare la stessa fine, anche se illegale! Ci auguriamo che almeno venga rinchiuso e che qualcuno butti la chiave!

I testimoni dicono che Gallagher era ubriaco durante la violenza, a nostro parere non è un attenuante, chiediamo giustizia Bella, perché non accada mai più! Indignatevi con noi, chiedete anche voi giustizia!

Addio piccola Bella, adesso sei in un posto migliore, questo animale non potrà più farti del male.