“L’hanno buttato via come fosse carta straccia…”

“Stavo tornando a casa quando ho sentito dei miagolii flebili e disperati provenire da un cassonetto della spazzatura. Mi sono precipitato a vedere cosa stesse accadendo e l’ho visto. Un piccolissimo gattino appena nato, in mezzo a chili di rifiuti. Non poteva essere arrivato fino a lì da solo. Qualcuno lo aveva buttato via come fosse carta straccia.”

“L’ho preso tra le mie braccia e si è aggrappato alla mia mano come se si stesse tenendo all’unica possibilità che aveva di sopravvivere. Mi sono emozionato a tal punto da mettermi a piangere.”

“Era così piccolo che non sapevo proprio dove mettere le mani. Avevo un vecchio biberon di mio figlio col quale gli ho dato da mangiare e ho chiamato un rifugio locale perchè mi aiutassero.”

“Mi hanno detto che per il suo bene, la cosa migliore era portarlo con loro per visitarlo e aspettare che raggiungesse l’età giusta per l’adozione.”

“Sono andato ogni singolo giorno a trovarlo. L’ho chiamato Brian.”

“Non appena è stato abbastanza grande, l’ho portato via da lì. E’ stato quel giorno che è iniziata la nostra vita insieme.”

“Cresce ogni giorno di più e diventa sempre più forte. Lui riempie tutte le mie giornate e la mia vita.”

“Penso che il nostro incontro non sia stato casuale. Era scritto nel destino di entrambi. Da quando siamo insieme la mia vita è diventata un agglomerato di dolcezza e tenerezza. Lui è il mio micio e io lo proteggerò e tutelerò per sempre!”

Condividi questa storia emozionante con i tuoi amici! La vita può riservarci delle sorprese meravigliose.