Li ha messi nel congelatore perchè secondo lei non dovevano vivere!

Non riusciremo mai a capire che tipo di meccanismo criminale scatti nelle menti di alcune persone, che forse tanto umane non sono a questo punto. Margaret Pavone è un’allevatrice di collie. Per 14 anni ha militato in campo veterinario per la salvaguardia di queste creature. Ma un giorno si è macchiata di un crimine orribile.

n

Una delle sue cagnoline è rimasta incinta di un cane di altra razza e ha dato alla luce 9 cuccioli. Secondo la sua idea malvagia questi piccoli avevano subito una mutazione genetica e andavano “abbattuti”. La donna di 64 anni ha contattato diversi veterinari nel tentativo di convincerli a procedere con l’eutanasia, ma dopo il loro assoluto rifiuto, ha risposto “li ucciderò io stessa”. Così ne ha messi 8 in una busta e poi nel congelatore. L’altro è stato colpito a morte con un apriscatole.

n1

La sua mente malata l’hai poi spinta a portarlo da un veterinario che ha immediatamente allertato le forze dell’ordine. Margaret Pavone è stata condannata a 12 settimane di carcere e 12 mesi di sospensione della patente. Ma una volta uscita potrà continuare ad avere a che fare con altre creature indifese. Una pena troppo leggera a parer nostro se consideriamo che lei continua a difendersi sostenendo la sua tesi di eutanasia dovuta per quei piccolini che in realtà stavano benissimo e volevano solo avere una vita normale.

n2

Siamo indignati, schifati da un’azione del genere e da coloro che hanno deciso una pena tanto leggera. Qual è il costo di una vita? Questa criminale assassina ha terribilmente stroncato 9 vite innocenti. Qual è la direzione che sta prendendo la legislazione mondiale? Noi vogliamo delle risposte concrete!

n3

Stop alla violenza! Vogliamo giustizia! Aiutateci in questo grido disperato e condividete!