Lucky ha rischiato di morire ma la parola ‘fine’ non era ancora scritta nel suo destino

Il devastante uragano Harvey ha distrutto il Texas: tanti umani e animali sono stati colpiti dal suo passaggio. Tutti cercano di dare una mano alla popolazione e sul posto sono arrivati aiuti dal mondo intero.

Ma, oltre agli aiuti, ci sono anche i giornalisti che cercano di raccontare con le immagini la devastazione che l’uragano ha lasciato dopo il suo passaggio.

Una troupe del Daily Mail stava preparando un servizio quando un uomo, il fotografo Ruaridh Connellan, ha notato una cagnolina legata a un albero, non molto lontano da loro.

Il povero animale era spaventato ma sembrava ormai rassegnato a morire. Era per metà immerso nell’acqua ma non sarebbe potuto salvarsi perché era legato.

 

 

Il fotografo si è precipitato a salvarlo. L’ha slegato e l’ha portato al sicuro. Era una cagnolina che, appena l’ha visto, ha cominciato a scodinzolare: aveva capito di essere salva e ringraziava a modo suo il suo salvatore.

L’uomo l’ha chiamata Lucky (Fortunata)… e le ha dato un po’ di cibo e un po’ di acqua pulita. Il cane viveva insieme ai suoi proprietari in un rimorchio non lontano da Victoria.

I suoi proprietari se ne sono andati e l’hanno lasciata legata. Lei e gli alti animali che sono stati trovati sul posto hanno bisogno di aiuto, adesso più che mai. Con lei ci sono un altro cane (pitbull mix), 2 gatti e un piccolo pony.

Anche il pitbull era legato ma il suo guinzaglio era più lungo e la zona in cui stava lui era rimasta lontana dalle acque. Lucky era legata in un posto molto pericoloso dove a breve sarebbe stata sommersa dall’acqua e sarebbe morta annegata.

Connellan è dovuto ripartire per finire il servizio e ha confessato di non aver dormito per tutta la notte al pensiero della povera Lucky. Ma il giorno dopo, quando è ritornato, l’ha ritrovata… e lei sembrava molto contenta di rivederlo.

Il fotografo ha contattato un rifugio locale per metterli al corrente della situazione e si è offerto di adottare Lucky. Ma in questo momento le autorità sono sommerse dalle migliaia di telefonate e l’uomo dovrà aspettare un po’ per poterla portare a New York con sé.

Non si sa ancora chi siano i suoi proprietari ma chi la conoscesse può mandare una mail a newsus@mailonline.com.