Mojo, il cane morto che non è morto!

Come  sia possibile ridurre un cane in queste condizioni non lo sappiamo, se teniamo conto che il cane i questione è un cucciolo di appena 3 mesi, un mix Staffordshire terrier. Il proprietario si rese conto di avere davanti a se una situazione gravissima e non essendo capace di aiutarlo decise di cedere il cucciolo a dei volontari, dicendo che lo dava perchè era già morto. Basiti dal fatto che il cucciolo in realtà ancora respirasse, i ragazzi hanno comunque preferito portarlo via con loro.

17321536_1864157130467152_1247654850_n

Mojo, così si chiama, è stato poi ceduto, in fin di vita, al signor Wagner, un signore nel vero senso della parola. L’uomo ha una clinica per animali “poveri”, la sua è una vera passione, senza scopo di lucro. Ha preso il piccolo e, rassegnato ormai al suo destino decise che l’avrebbe amato per quei pochi giorni. Il cane era completamente spellato dalla rogna e il suo piccolo corpo non poteva neanche essere accarezzato senza procurargli dolore.

moio 4

I giorni passavano e tra alti e bassi, il cucciolo non moriva, si Wagner diceva proprio così:”Ancora non è morto!” Da quel giorno sono passati circa 3 anni, Mojo non è morto neanche i giorni successivi e ancora oggi è vivo e vegeto. Non venne mai messo in adozione perché Wagner s’innamorò perdutamente di lui. Vive in casa sua col la sua famiglia. Ancora oggi ha zone del copro dove il pelo non è mai ricresciuto e per questo ha indossato per mesi un cappottino, per proteggerlo.

mojo2

La cura minuziosa che hanno avuto per lui ha reso possibile resuscitare questo morto……

mojo1

Oggi aiuta Wagner a sostenere chi si trova in difficoltà, lui non ha dimenticato il suo passato…Con i suoi genitori va nelle scuole per disabili e porta allegria…

mojo a scuola

Non vive solo con umani, la sua vita è completa, ha anche fratellini pelosi provenienti da situazioni come la sua.

mojo

Per lui c’è stata una grande festa, non mancava nulla…

torta mojp

Con il suo papà la vita continua…Grazie signor Wagner, speriamo che leggendo la sua storia qualche brava persona segua il suo esempio, noi condividiamo per portarla ovunque!

di Redazione 2

  • In questo articolo:
  • Rogna