Nicolas, il pitbull adottato dai gatti

Gli animali sono dotati di un sesto senso molto particolare, che spesso fa capire loro quando uno dei loro piccoli non riuscirà a sopravvivere. Ciò che succede dopo è triste, ma è così che opera Madre Natura.

Molte volte il cucciolo viene lasciato solo a morire o la madre lo uccide direttamente…chi sopravvive è sempre il più forte. Ad esempio, quando da una cucciolata nasce un cagnolino o un gattino malato, il piccolo viene rifiutato dalla madre: se però ci sono umani nei dintorni, c’è la possibilità che venga salvato e che gli venga dato tutto ciò che gli serve per sopravvivere.

Nicolas, il protagonista di questa vicenda, ha avuto un destino più o meno simile: questo cucciolo di pitbull fa parte di una cucciolata in cui ogni cagnolino era malato.

La madre, molto probabilmente non pronta per essere tale, ma conscia del fatto che i suoi piccoli erano malati, ne ha letteralmente mangiati 3 di 8, anche se nessuno ha ben capito il perché.

Nicolas era il più piccolo e si è salvato da questa situazione per un pelo: la madre aveva iniziato a mangiare una delle sue zampe, fino a che dei volontari non sono venuti in suo aiuto e lo hanno salvato. Così Nicolas è stato dato in affido…a due gatti! Ebbene, la sua nuova famiglia aveva in casa due mici tigrati che hanno accolto a zampe aperte il piccolo pitbull.

Nicolas si è subito sentito sicuro e coccolato tra i due gatti, oltre ad essere in ottima compagnia di ben altri 5 cani che vivevano nella stessa casa! dal momento che parte di una delle sue zampe manca, per lui non è semplice fare molte cose, ma almeno si è salvato e soprattutto i pelosi intorno a lui gli danno un grandissimo sostegno ogni giorno. Che cane fortunato!

di Redazione 1