Non si tratta di una malattia, è opera del suo umano. Il piccolo Tuffy doveva essere educato

Questo genere di violenza, nei confronti di un essere piccolo e innocente, lascia tutti noi inorriditi. E’ stato davvero difficile trattenere le lacrime. Nessuno capisce il perché di tale gesto, di tanta rabbia… “Mi trovavo a passare di lì, ho visto un cucciolo in estrema difficoltà, non ci ho pensato due volte e ho provato ad aiutarlo. Era disteso sul pavimento, come potevo far finta di nulla? Si contorceva dal dolore, ne era afflitto…”, ha dichiarato Yan Yingying, l’uomo che, come avrete capito, ha salvato un pelosetto in difficoltà.

Il cagnolino era stato ustionato di proposito, con acqua bollente. Non solo, dopo il crudele gesto, era stato anche lanciato dal balcone di un appartamento al quarto piano. Il motivo? Si era permesso di rosicchiare un telefono cellulare! i testimoni che avevano assistito alla scena hanno allertato subito i soccorsi, Yan Tuffy, è questo il nome del cucciolo, aveva ustioni sul 70% del corpo!!  Vedere come era ridotto è stato orribile, sono sicura che molte persone sono passate vicino al cucciolo e hanno fatto finta di non vedere” ha detto Emily Drayton, una dei veterinari di Animals Asia .

Le ustioni del cucciolo necessitavano di cure specifiche, per questo Tuffy è stato trasportato nella sede ufficiale di Animals Asia. Per trasferirlo è stato necessario utilizzare una scatola imbottita, dal momento che, Tuffy, era tanto debole e devastato dal dolore, riusciva a malapena ad aprire gli occhi. L’ultima diagnosi dell’equipe di Animals Asia, fortunatamente, è stata positiva:  Tuffy poteva essere salvato! Ha iniziato a lavorare duro, giorno e notte,  proseguendo per settimane…

“Quando ho visto Tuffy mi ha toccato il cuore”, ha detto Drayton, un infermiere. “Non avevo mai visto un animale patire cosi tanto dolore”. Tuffy intanto soffriva, le ustioni avevano ricoperto gran parte del suo corpicino, aveva anche le palpebre bruciate, tanto da addormentarsi con gli occhi aperti.

Un team sanitario fortissimo, tra cui il dottor Alane Cahalane, chirurgo specialista, è stato consultato per eseguire un importante e invasivo intervento chirurgico. Il medico si è messo subito al lavoro. La pelle è stato presa dai genitali di Tuffy, una delle poche zone rimasta indenne dal terribile “attentato”.  “Trovandosi sotto il suo corpo, questo era uno dei pochi punti non colpiti da l’acqua bollente. Tuffy è stato adeguatamente sterilizzato, ora possiamo cominciare” .

Yan, l’uomo che aveva prestato il primo soccorso, è andato a visitare Tuffy tutte le volte che poteva, donandogli tanto affetto. In poco tempo, quasi tutti gli affiliati di Animals Asia indossavano magliette di Tuffy, poi la sua storia cominciò a circolare tra la gente. Alcune persone inviavano maglioni personalizzati per coprire il piccolo corpo bruciato di Tuffy, mentre altri effettuavano donazioni per contribuire alle cure mediche.

Tuffy non soffrirà più, ora è felice in una nuova casa, insieme a l’angelo che gli ha salvato la vita, Yan Yingying. Tuffy ha tanto amore da dare, nonostante abbia conosciuto la sofferenza, adesso vive nel presente. Ha vinto una battaglia, forse la più difficile, ora può finalmente godersi la vita. Purtroppo, in molte parti del mondo, i cani sono considerati ancora come delle proprietà. Quindi l’uomo, per la legge, ha semplicemente “danneggiato una sua proprietà” e di fatto, non è perseguibile dalla legge.

Tutti noi speriamo, a questo punto, che esista la giustizia divina. Guardate la storia di Tuffy, lasciate un cuore per lui.

Condividete per onorare i ragazzi!