Partorisce il suo piccolo ma continua a piangere fino a che si scopre il motivo.

I cavalli sono animali imperiosi, bellissimi, dal carattere nobile e forte. Ma non bisogna dimenticarsi mai che, come gli altri animali e gli esseri umani, anche gli equini hanno difficoltà e debolezze. Proprio come noi, infatti, sanno emozionare ed emozionarsi, soprattutto se provano un forte dolore.

Zindita è una cavalla bellissima, purtroppo ha passato un momento non troppo facile per lei. Dopo una gravidanza non semplice, Zindita è riuscita a dare alla luce il suo puledrino. Il parto è stato difficile per madre e bambino. La cavalla fortunatamente è sopravvissuta ma continuava a piangere, poco dopo il piccolo puledro, nonostante gli sforzi dei veterinari presenti al momento del parto, non ce l’ha fatta. Non era in salute il piccolo, lei l’aveva intuito prima di noi, per la madre è stata una tragedia immane.

Zindita era straziata dalla perdita del suo amato figlio, era sconvolta, nessuno sapeva come aiutarla a superare questo atroce dolore. Noi piangevamo con lei, non auguro a nessuno di vedere una madre a cui muore il figlio…Ma come si dice, si chiude una porta, si apre un portone…

Due giorni dopo dalla grave perdita avuta da Zindita, un nuovo piccolo equino è venuto alla luce. Purtroppo questa volta è il piccolo ad essere rimasto orfano, mamma cavalla è deceduta a causa di un’ emorragia interna. Il dolore di tutti era enorme, due lutti in pochi giorni. Ma gli operatori di “Equiception”, dove i cavalli erano ospiti, si sono resi subito conto che poteva esserci una grande opportunità per guarire due cuori gravemente spezzati…

Il piccolo puledrino è stato spostato nella stalla di Zindita, i due cavalli, immediatamente, hanno iniziato a coccolarsi reciprocamente, era già amore. Forse era proprio il dolore ad unirli!

“È piuttosto inusuale che la cavalla abbia scelto di accettare il puledro con tanto entusiasmo e amore, le giumente spesso rifiutano la prole non loro”, dice Patrick Brogan, il veterinario che ha salvato la vita di Zindita. Al piccolo puledro è stato dato un nome davvero appropriato: Listen Good (ascolta bene).

Speriamo che questa storia sia per voi un grande insegnamento. Non è il legame di sangue a far si che due persone si amino. Zindita e il suo cucciolo hanno la possibilità di provare ancora sentimenti di affetto. Auguriamo a questi due cuccioli una vita dolce e serena, l’uno a fianco dell’altro.

A voi non rimane che condividere la storia di questa bellissima famiglia!!