Povera nonna mia, mi è dispiaciuto molto doverglielo dire, ma non poteva

“Mia nonna ha 95 anni, purtroppo è malata. E’ affetta da una patologia cattiva, che la sta privando della vita, dell’ affetto dei suoi cari e cosa più triste… dei ricordi! Lei piange sempre perché è nervosa, noi ci sentiamo impotenti… Lavoro come custode presso un’azienda, proprio grazie alla mia attività ho scoperto un servizio chiamato ‘BorrowMyDoggy’, molto incuriosito dai commenti ho contattato il numero.

“E’ così che mia nonna ha conosciuto un bassotto di 9 mesi, Orla. Di questo si occupava l’associazione, somministravano la terapia dell’amore. Il primo giorno fu di martedi, non dimenticherò mai le risate di nonna nel vedere la cagnolina che gironzolava per casa!”

“Non appena Orla si trova di fronte mia nonna, inizia a scodinzolare e a gioire, vuole giocare con lei e in quei momenti, la mia adorata vecchietta, dimentica ogni sua preoccupazione”. 

Il papà o meglio il tutor, accompagna la sua dolce pelosetta da nonna Winifred ogni martedì e giovedì, per un paio di ore. Così è organizzata l’associazione che da beneficio ai nonnetti sfortunati. I benefici che gli animali da compagnia donano a l’uomo sono ben documentati e proprio per questo, chi non può permettersi un cane per varie ragioni, può comunque usufruire della sua compagnia grazie a questo servizio.

“Affidare la responsabilità di un pelosetto a mia nonna, sarebbe troppo. Purtroppo lei, adesso, non sa prendersi cura neanche di stessa. La possibilità di avere un cane da compagnia, per poche ore al giorno, è una grandiosa opportunità, soprattutto per lei che ha sempre amato i cani. Spiegare che non poteva più averne è stato faticoso, un po la malattia un po l’età ma è stato doloroso… le lacrime scendevano sul suo dolce viso!”

La missione dei nostri amici a quattro zampe su questo mondo è proprio superlativa. Solo cose belle quando loro sono nelle nostre vite!