Quanto costa mantenere un cane? I risultati di una ricerca inglese

Prima di decidere di condividere la propria vita con un cane, dovete prendere anche in considerazione i costi di gestione sul cane. Purtroppo l’amore da solo non basta a gestire un cane: chi la pensa così di solito è chi poi si lamenta e tuona che altre persone (traduci con: associazioni animaliste, volontari, veterinari, amici e parenti) non paghino al posto suo le spese di gestione del suo cane. Dovete considerare le spese di tutta la vita del cane, sia quelle di mantenimento che quelle veterinarie, sia quelle normali che quelle straordinarie.

Secondo una ricerca inglese commissionata dal People’s Dispensary for Sick Animals (PDSA), il 98% dei proprietari di animali sottovaluta i costi di gestione. La ricerca è inglese, quindi costi e tutto sono rapportati alla Gran Bretagna, ma anche in Italia la maggior parte dei proprietari non è ben conscia di quanto andrà a spendere in futuro.

Avete idea di quanto costi mantenere e curare un Alano?
Avete idea di quanto costi mantenere e curare un Alano?

Pensate che in Inghilterra la maggior parte delle persone è convinta di spendere sulle 5oo sterline l’anno per il proprio cane, ma la realtà è ben diversa: le stime parlano di un costo variabile tra le 21.000 e le 33.000 sterline a vita a seconda della razza e della taglia del cane. E considerata una vita media di 12-13 anni, questo vuol dire spendere all’anno 2.000 sterline per il cane, non le 5oo preventivate.

Soprattutto chi acquista cuccioli di cane, pensa che il costo del cane sia solo quello dell’acquisto, ma si sbagliano, c’è tutto il resto da considerare. Una lamentela molto diffusa riguarda le spese veterinarie iniziali per il cucciolo: “Come, ho già speso 1200 euro per acquistare il cane, adesso devo spendere altri 100 euro per vaccinarlo?”. Come fare a spiegare a certa gente che i soldi che ha dato all’allevatore non coprono le spese veterinarie p quelle di mantenimento del cane? Sarebbe come lamentarsi di aver acquistato una macchina e di dover anche poi pagare il costo della benzina. Perché il concessionario o il meccanico non ci pagano il costo della benzina? Noi abbiamo già messo i soldi per comprare la macchina.

Se non si acquistano i cuccioli, ma si adottano, il costo iniziale viene abbattuto, ma bisogna considerare il costo delle vaccinazioni e dei controlli iniziali. Secondo la ricerca della PDSA, in Inghilterra questi costi ammontano a:

  • 30-60 sterline per ogni singolo vaccino iniziale
  • 40 sterline per i richiami annuali
  • 20 sterline per l’applicazione del microchip (obbligatorio anche in Inghilterra)
  • costi per cucce, coperte, giocattoli, ciotole
  • costi per l’alimentazione: troppo variabili per darne una stima, dipende dal fatto di usare un’alimentazione commerciale o casalinga e dalla qualità dei prodotti usati in entrambi i casi
  • 19 o più sterline al mese di antiparassitari
  • 30 sterline al mese per le cure e la gestione
  • costi aggiuntivi per eventuali dogsitter
  • costi aggiuntivi per eventuali assicurazioni
  • costi aggiuntivi per eventuali visite veterinarie e farmaci in caso di malattie

Facciamo un paio di esempi. La scrittrice Mina Holland e il suo compagno hanno un Whippet di 11 mesi. Ha fatto una stima delle spese mensili per il suo cane: siamo sulle 376 steriline al mese. Sono così suddivise:

  • 286 sterline: dogsitter per passeggiate
  • 45 sterline: cibo
  • 35 sterline: assicurazione
  • 10 sterline: gadget come cappottini, borse, giochi

Questa, invece, è la stima di Taylor Mitchell, proprietario di un Bouledogue francese. L’acquisto iniziale è stato di 1.600 sterline dall’allevatore, a cui bisogna aggiungere:

  • 100 sterline: giocattoli
  • 50 sterline: gabbia (presuppongo un Kennel)
  • 60 sterline: cuccia
  • 150 sterline: collari vari
  • 150 sterline: Playdate, palla interattiva con videocamera integrata controllata dallo smartphone
  • 30-40 sterline: cibo
  • 88 sterline: assicurazione

In effetti, la parte più costosa nel gestire un cane sono le spese nel caso il cane si ammali o abbia un incidente. Quando si prende un cucciolo si pensa sempre che stare benissimo e sarà in salute fino ai 20 anni di vita, ma non è così. Oltre all’ovvia constatazione che il cane invecchia e si ammala, gli incidenti non sono prevedibili e ci sono cuccioli già malati sin da piccoli: rogna rossa, displasia dell’anca, soffi cardiaci e diverse altre patologie.

Quando si prende un cane bisogna considerare anche e soprattutto le spese veterinarie straordinarie: se già si tiene eccessivo il costo di una vaccinazione a 40-50 euro o di un esame urine a 15-20 euro, allora bisogna riconsiderare l’idea di coabitare con un cane. Una volta che sarà in casa con voi non potrete pretendere che sia nessun altro a pagare le spese di gestione e le spese veterinarie al posto vostro.

Via: The Guardian

di Laura Seri