Questo cagnolino ha perso la mamma fin troppo presto. Guardate da chi è stato adottato

La mamma di questo dolcissimo cucciolo è stata investita ed uccisa da una macchina quando il cagnolino aveva appena due giorni di vita: essendo ancora così piccolo, l’associazione Michigan Humane Society che lo ha ritrovato, ha pensato fin da subito che sarebbe stato necessario trovargli una sorta di madre adottiva.

La soluzione giunse spontanea: da poco avevano salvato una gatta che di recente aveva dato vita ad una cucciolata di gattini, così pensarono di aggiungere il cagnolino alla famiglia felina e vedere come tutti avrebbero reagito al suo svezzamento. C’erano tanti timori a riguardo, soprattutto in caso non venisse accettato…

Ma la verità è che il piano funzionò fin da subito, meravigliando tutto lo staff del rifugio: mamma gatta lo prese con sé come se fosse uno dei suoi cuccioli, prendendosene cura senza interessarsi della diversità evidente. Il cucciolo, dal canto suo, si abituò fin da subito a stare in mezzo ai gattini, facendo e ricevendo coccole da tutti.

Non vi furono mai problemi di integrazione tra il cagnolino e la cucciolata: agli occhi innocenti degli animali di poche settimane di vita, difficilmente ci possono essere contrasti. Tutti avevano bisogno di affetto ed attenzioni allo stesso modo. Il cuore di mamma gatta è stato così grande da accettare di amare anche un cucciolo che non era il suo: addirittura, il piccolo venne svezzato come tutti gli altri gattini.

L’amicizia con gli altri cuccioli è stata immediata e ha portato fin da subito a momenti di tenerezza e di gioco, come avviene tra animali della stessa razza. Tra non molto tempo, il cagnolino sarà pronto per essere dato in adozione, come anche la cucciolata felina: ci auguriamo che trovi una casa quanto prima, anche se sarebbe bellissimo se la persona che si innamora di lui possa desiderare di adottare anche mamma gatta ed alcuni, se non tutti, gattini.

Se volete vedere che mamma straordinaria è questa gattina, non dovete fare altro che guardarvi il video qui sotto