Rexi la cucciola con le zampe al contrario

Rexi è una meravigliosa golden retriever che riesce a far innamorare tutti. Il suo nome viene dal Tyrannosaurus Rex… perché la bellissima cagnolina somiglia molto a questo famoso dinosauro: Rexi cammina sulle zampe posteriori per colpa di problema che ha alle zampe anteriori.

La cucciola è nata sana. Nessuno poteva immaginare che, crescendo, le sue zampe si sarebbero rigirate verso la schiena. Pian piano le ossa si sono spinte verso l’alto e adesso Rexi sembra avere due ali al posto delle zampe. Si tratta di un problema neurologico che le impedisce di avere una postura normale.

Qui sotto potete vedere il video di Rexi

Ma il suo problema fisico non le impedisce di essere vivace e allegra, Rexi, infatti, non si tira indietro quando si tratta di giocare. Saltella su 2 zampe e si diverte come tutti gli altri cani.

Per questo, quando il veterinario ha detto a Rachel Woertink e a James Cassity, i proprietari di Rexi di prendere in considerazione la possibilità di farle l’eutanasia, la coppia di Victorville ha detto subito di no.

“Oh mio Dio signora, ha le zampe all’indietro… sembra un uccello… che ci fa con un cane handicappato? Questa è da sopprimere…” Queste sono state le parole del veterinario che ha visitato Rexi… Non avevo scelta… ho dovuto farlo… HO CAMBIATO IL VETERINARIO!!!

Per Rachel e James Rexi è la loro bambina, una bambina speciale, vero, ma pur sempre una bimba e non ritenevano giusto far morire una cucciola sana solo perché non rientra negli standard di quello che noi, umani, chiamiamo normalità. Rachel e James hanno chiesto aiuto per poterla operare e il popolo virtuale ha dimostrato di avere un grande cuore.

Dovevano raccogliere $20,000 per operarla e ce l’hanno fatta. Tra poco la cucciola subirà un intervento e i veterinari proveranno a sistemarle le zampe anteriori.

Hanno provato anche a costruirle un carrellino ma, alla fine Rexi preferisce stare senza. Si è abituata così e va alla grande, dimostrando di avere tanta voglia di vivere. E noi non possiamo fare altro che augurarle buona fortuna…

di Redazione 1