Pulci e zecche non vanno in letargo d’inverno, cani e gatti possono prenderle anche durante la stagione fredda. Questo perché il freddo che c’è alle nostre latitudini non uccide le pulci. Stesso discorso per le zecche:  se fa un inverno mite senza temperature polari per settimane di fila, potreste trovare sul vostro cane anche le zecche, di meno rispetto alla stagione calda, ma è possibile. Il problema delle pulci su cani e gatti d’inverno è duplice. Il primo aspetto riguarda il fatto che tutti sono convinti che d’inverno il cane o il gatto non prendano le pulci e quindi smettono di applicare gli appositi prodotti.

Cane e gatto, proteggeteli dalle pulci
Cane e gatto, proteggeteli dalle pulci

Sbagliandosi clamorosamente, le pulci sono più attive che mai, anzi, proliferano anche perché tutti arrivati a settembre o se va bene ad ottobre non mettono più l’antiparassitario.

Il secondo aspetto riguarda l’accensione dei termosifoni. Col calduccio che fa in casa le pulci che il cane o il gatto rientrando nella magione si portano dietro tendono a proliferare ancora di più. Il risultato?

Cani e gatti con pulci che corrono sul mantello o con dermatiti da pulci anche a Natale. Cosa dovete fare per evitarlo? Semplice: continuate a mettere l’antipulci anche d’inverno, le pulci non vanno in vacanza. L’unica concessione è che eventualmente potete allungare un po’ i tempi di applicazione, magari non fate ogni 30 giorni, ma ogni 40-50 giorni, sempre che non siate in una zona a rischio.

Inoltre nel cane d’inverno non c’è bisogno di applicare antiparassitari che coprano anche per i flebotomi della Leishmaniosi, la Leishmania è attiva in primavera, estate e autunno, non in inverno. Quindi nei cani nei soli mesi invernali si possono mettere prodotti più leggeri che coprano solo per pulci e zecche e non anche per la Leishmania.

Foto: By JeanFlickr: Louie and Droid, CC BY 2.0, Link

«