Rubano la loro auto, con il loro amato amico a quattro zampe all’interno

Quello che vedete nella foto di seguito, è un cagnolino di nome Albus, dolce, vivace e che, come tutti i cani, ama le passeggiate. Ma un giorno la sua vita si è trasformata, inaspettatamente, in qualcosa di diverso, in qualcosa che i suoi umani ancora oggi, ripensandoci, fanno fatica a credere.

Una notte i suoi proprietari, Carolyn e Jeff Hamilton, decisero di portarlo con loro, per una gita in famiglia. I due avevano appena caricato tutto il necessario per il viaggio, quando Jeff si rese conto di aver dimenticato qualcosa. Così rientrarono entrambi in casa, anche per dare un’ultima controllata, mentre Albus rimase ad aspettarli nella vettura. Ma in quel piccolo lasso di tempo, accadde qualcosa di terrificante… mentre il cagnolino fissava la porta, in attesa del ritorno della sua mamma e del suo papà, qualcuno si stava avvicinando velocemente a lui. Era un ladro che aveva l’intento di rapirlo. Albus avvertì il pericolo e iniziò ad abbaiare, per mettere in guardia Jeff e Carolyn. Ma purtroppo il ladro è riuscito a chiuderlo in una cassa, poi nel cofano, a rubare la macchina e a dileguarsi nel nulla.  Quando Jeff se ne è reso conto, ha chiamato immediatamente il 911. Era terrorizzato al solo pensiero del loro amico peloso nelle mani di qualche delinquente senza cuore. La polizia si è recata sul punto del rapimento e ha provato a cercare qualche traccia che potesse farli risalire al colpevole, esaminando le registrazioni delle telecamere del quartiere. Gli agenti sono riusciti ad intercettare due uomini che stavano rubando qualcosa da un’altra auto.

Ma purtroppo non sono riusciti a trovare ne loro, ne Albus. Gli Hamilton erano devastati, non sapevano più cosa fare, la possibilità di non rivederlo mai più, era sempre più vicina. Poi all’improvviso, arrivò un piccolo barlume di speranza… una chiamata  li avvisò di aver trovato la loro auto a Reno, in Nevada.

La polizia aveva trovato Albus e grazie al microchip è riuscita a rintracciare Jeff. Ma non è l’unica cosa che hanno fatto, gli agenti hanno intrapreso il piccolo viaggio, per riconsegnarlo personalmente tra le loro braccia. Durante il tragitto si sono così affezionati al dolce cagnolino, che dirgli addio è stato un vero dispiacere!

Nessuno sa realmente cosa Albus abbia passato in quei giorni, perché purtroppo non lo può raccontare, ma stava bene e quella era l’unica cosa che contava! Diciamo che invece della gita in famiglia, ha preferito una spericolata avventura!

di Lisa