Sisma il cucciolo di maremmano di Leonessa

Voglio raccontarvi una storia che ci ha fatto emozionare… la storia di una rinascita… di una nuova vita che sboccia. Vi ricordate sicuramente le terribili scosse di terremoto che hanno devastato il centro dell’Italia e che hanno distrutto intere città… Durante quel terremoto si sono verificati tantissimi crolli e molti animali sono rimasti sotto le rovine… altri si sono persi e sono diventati randagi…

Molti di questi animali hanno fatto dei cuccioli… nuove vite natte in mezzo alle macerie… E noi vogliamo raccontarvi la storia di uno di questi animali, un cucciolo di maremmano trovato tra le rovine di Leonessa, una piccolo comune di circa 2000 abitanti (della provincia di Rieti) colpito pesantemente dal terremoto. Il cucciolo è stato trovato nella prima metà del mese di aprile… era piccolo e spaventato e i suoi occhietti vispi chiedevano aiuto.

Il cucciolo è stato preso subito sotto l’ala protettrice degli agenti della Polizia Stradale di Imperia, guidati dal Comandante Gianfranco Crocco. Gli agenti si sono letteralmente innamorati di lui, uno di loro, Innocenzo Pisano, in particolare. Il cucciolo non aveva il microchip… e non si sapeva da dove arrivava. Poteva essere stato partorito da una cagnolina del posto o forse è stato abbandonato… impossibile saperlo.

Quello che sappiamo è che è stato chiamato Sisma e che gli agenti l’hanno riempito di coccole e gli hanno dato da mangiare e un posto dove dormire. Ma gli agenti della Polizia Stradale di Imperia dovevano tornare a casa in Liguria… e Sisma sarebbe rimasto solo soletto sul posto… ecco perché gli agenti non hanno pensato due volte e hanno deciso di adottare Sisma e portarlo con loro ad Imperia.

Adesso il bellissimo cucciolo di maremmano è diventato la mascotte della Polizia Stradale di Imperia. Sisma avrà il microchip, una cuccia calda e tanto amore… buona vita piccolo

Ecco il video in cui potete vedere Leonessa prima del terribile terremoto

©foto imperiapost.it