“Sono andato nel pollaio per prendere le uova fresche, ma quello che ho visto…”

“Sono un umile contadino di campagna e oggi sono qui perché voglio raccontarvi ciò che mi è successo e come ha cambiato la mia visione delle cose. Vivo in una piccola dimora in campagna con la mia famiglia e i miei amati animali.

Coltivo frutta, verdura e ortaggi e amo avere sempre latte e uova fresche. Per quest’ultime ho un piccolo pollaio e ogni mattina vado a prendere le uova per la colazione.

Io amo i miei animali, soprattutto i miei cani, ma se devo dirvi la verità, non ho mai visto le mie galline come animali intelligenti o a cui voler bene, cioè non so come spiegarvelo, per me sono sempre state solo galline. Le chiamo tutte uguali, Coccodè… vado da loro, prendo le uova e poi vado via. Ma quello che è accaduto quel giorno, non lo dimenticherò mai.

Al canto del gallo, mi sono alzato e sono andato nel pollaio. C’era una gallina che non voleva darmi le sue uova, come ho avvicinato la mano, mi ha quasi beccato! Le dicevo: Coccodè spostati, dammi le uova…. poi sono rimasto a riflettere… forse sono nati i pulcini, che bello! Ho aspettato che si spostasse da sola, ma quando lo ha fatto… quelli non erano affatto pulcini!

Stava proteggendo dei gattini abbandonati, probabilmente senza mamma o rifiutati. La gallina aveva capito che avevano bisogno di calore e di protezione. Ma la cosa che più mi ha sorpreso, è stato che dopo un po’ è arrivata mamma gatto e si è andata a mettere vicino alla gallina. L’ho riconosciuta subito, era la gatta del mio vicino…

Aveva accettato il fatto che la mia Coccodè si prendesse cura dei suoi piccoli, per lo meno sapeva di lasciarli in buone mano quando doveva allontanarsi per cercare da mangiare. Le galline, amici miei, non sono stupide, in realtà credo che nessun animale lo sia e che loro hanno molto da insegnarci… oggi quei micetti, quattro per la precisione, fanno parte della mia famiglia e ogni tanto vanno ancora a trovare la gallina nel pollaio!”

di Lisa