Stava morendo davanti agli occhi indifferenti della gente.

La storia di Phoenix è una di quelle che ti toccano il cuore, che ti fanno pensare a quanto può essere dolorosa la vita ma, nello stesso tempo, sorprendente.

Questo cane, che ha vissuto per lungo tempo fra la spazzatura delle strade di Brooklyn, versava in condizioni che stavano peggiorando velocemente e disastrosamente. Un giorno, però, una persona l’ha visto e ha deciso di salvarlo e ha mobilitato l’Animal Care and Control (ACC) che ha subito iniziato a prendersi cura del piccolo cane.

 

La pelle piena di lesioni, una vistosa ferita aperta su una zampa posteriore, il respiro faticoso e labile, principio di ipotermia erano le prime cose rilevate dai veterinari. La prognosi non era favorevole e le risorse per curarlo erano inesistenti.

L’unica cosa che potevano fare era rivolgersi al Sean Casey Animal Rescue dove erano curati i casi gravi.

Le ferite dell’animale erano purulente e l’infezione era entrata nel sangue: il cagnolino stava morendo.

 

Al Sean Casey hanno lottato contro la morte e hanno vinto!

Hanno, per prima cosa, attaccato l’infezione che stava divorando gli organi del cane e in contemporanea curato le ferite esterne, pulendole e disinfettandole costantemente in modo da accelerarne la guarigione.

 

Una terapia di nutrizione forzata ha fatto in modo di far riacquistare peso al cane che era in uno stato di visibile malnutrizione e la zampa è stata curata e ricucita la ferita in modo che Phoenix riprenda la sua mobilità.

La sua ripresa e la guarigione totale è un vero e proprio miracolo compiuto da volontari che fanno tanto per salvare questi animali abbandonati a se stessi.

 

Phoenix ha trovato anche una famiglia che l’ha accolto amorevolmente nella sua casa e lo seguono accuratamente per farli completare il suo percorso di riabilitazione: finalmente ha tutto l’amore che si merita!

Chi ha allertato l’ACC, ha salvato la vita a quest’animale: basta poco per essere eroi, non dimentichiamolo!