Stava soffocando perchè qualche mente malata aveva deciso la sua fine

“Mi hanno informato della presenza di un randagio in pessime condizioni nel sobborgo di Baldwin Park, California. Alcuni passanti lo aveva visto e avevano provato a prenderlo per portarlo da un veterinario, ma il piccolo spaventato scappava da ogni contatto umano.” racconta Kimberly Saxelby, volontaria presso un’associazione locale. “Quando sono arrivata sul posto ho capito tutto.”

e e1

“Qualcuno si era divertito a far entrare la sua testolina in un rotolo di cartone, così stretto che lo stava soffocando. Gli impediva di mangiare, di bere e soprattutto c’erano evidenti ferite dovute all’abrasione e ai tentativi disperati che il piccolo deve aver fatto per liberarsi di quella tortura. Non è stato facile prenderlo. Abbiamo dovuto usare una rete, ma è stato per il suo bene.”

e2

“Il mio veterinario di fiducia gli ha rimosso il cartone ed è stato allora che abbiamo visto quanta sofferenza deve aver patito. Era ricoperto di ferite, sangue e pelle morta. Non mangiava da giorni ed era uno scricciolo che a mala pena riusciva a stare in piedi. Lo abbiamo chiamato Valentin, perchè è stato trovato il giorno di San Valentino.”

e3

“Purtroppo i responsabili di questo crimine efferato non sono stati ancora rintracciati, anche se le indagini stanno facendo il loro corso. La speranza è che vengano trovati e che se qualcuno può fornire informazioni utili al riguardo si faccia avanti per fare giustizia. Il povero Valentin ha subito un intervento per la rimozione della pelle morta. ma è ancora lungo il percorso della sua guarigione, soprattutto per quella della sua anima ferita. Noi ci stiamo mettendo tutto l’amore possibile!”

e4

Condividi questa storia con il mondo! E’ ora di dire basta agli abusi sugli animali. Vediamo di meritarci l’appellativo di “esseri umani”!